COSA SONO I PELLET - Il pellet per vari motivi, è sicuramente una delle biomasse più utilizzate.

Genova
20:00 del 04/01/2017
Scritto da Sasha

COSA SONO I PELLET - Il pellet per vari motivi, è sicuramente una delle biomasse più utilizzate.

COSA SONO I PELLET -Esso viene ottenuto attraverso delle semplici lavorazioni meccaniche, sottoponendo la segatura del legno finemente lavorata, ad altissime pressioni.

Il materiale viene poi contemporaneamente fatto passare attraverso una filiera con fori di dimensioni che vanno dai 6 ai 12 millimetri ed il calore sprigionato durante queste fasi di lavorazione, attiva l'effetto legante della lignina, una sostanza naturale presente nel legno, che ne determinerà poi la compattezza e la sua caratteristica forma a cilindro nel tempo.

COSA SONO I PELLET -In passato gli scarti del legno come la segatura venivano invece buttati o utilizzati solo in parte, mentre oggi grazie all'invenzione del pellet ed una sempre maggiore coscienza ambientale, questi materiali residui hanno una seconda vita ed un utilizzo pari al 100%.

Il pellet è quindi un prodotto totalmente naturale e molto rispettoso dell'ambiente.

Pellet Roma: legna da ardere e lista dei rivenditori pellets a Roma

Caratteristiche e Pregi del Pellet

Sicuramente il pellet rappresenta la più valida alternativa ai tradizionali combustibili da riscaldamento: è facilmente reperibile, pratico da trasportare, ecologico, economico e sicuro. Il pellet viene confezionato in sacchi da 15 Kg, di minimo ingombro e che ne agevolano il trasporto, inoltre non sporca e non fa polvere quando viene manipolato.



La qualità principale del pellet è data dalla sua elevata resa termica (superiore all'80%) e dal suo bassissimo residuo finale di ceneri (0,58%).

Su dieci prodotti a biomassa venduti in Italia ben 7 sono stufe a pellet. Il costo contenuto, ma soprattutto la semplicità d’uso e la possibilità di programmare accensione e spegnimento secondo i propri orari hanno permesso alle stufe a pellet di imporsi sul mercato in pochi anni. 
Che cos’è il pellet? È costituito da piccoli cilindri di legno vergine pressato, con diametro 6-8 mm e lunghezza variabile tra i 5 e i 40 mm, derivati dagli scarti di lavorazione del legno. Grazie al processo di essicazione e compattamento, che garantisce bassi tassi di umidità e residui, questi granuli hanno un contenuto energetico molto alto e a parità di volume producono molto più calore rispetto al classico ciocco di legna.

Il pellet contiene collanti, vernici o altre sostanze tossiche? Assolutamente no. Per poter essere immesso sul mercato, il pellet deve essere prodotto con materia prima (segatura e trucioli) assolutamente vergine e non trattata chimicamente, né con vernici né con collanti. Durante il processo di lavorazione e pressatura, si raggiungono temperature elevate che portano a fusione la lignina, una sostanza naturalmente presente nel legno che funge da collante naturale.


È vero che bisogna acquistare solo pellet austriaco, perché quello di altri paesi è di bassa qualità o radioattivo? No, la sola provenienza geografica non è sinonimo di qualità. L’unico vero indice di qualità del pellet è la certificazione. Anche se ci sono numerose certificazioni molto valide (DINplus ad esempio), la certificazione europea ENplus è l’unica che garantisce elevati standard di qualità lungo tutta la filiera. Acquistando pellet a marchio ENplus i consumatori hanno garanzia non solo delle sue caratteristiche chimiche, fisiche ed energetiche, ma anche del mantenimento della qualità in tutte le fasi, dal reperimento della materia prima fino alla consegna. Esistono pellet ENplus, provenienti da tutti i paesi, anche dall’Italia o dall’Est Europa. La qualità è la medesima. Quando si acquista, è importante ritrovare nel sacco il marchio di certificazione e il codice dell’azienda certificata. Per maggiori informazioni: www.enplus-pellets.it e www.enplus-pellets.eu

Come faccio a riconoscere se il pellet che sto acquistando va bene? La presenza del marchio di certificazione di qualità è il primo aspetto da considerare. Poiché le contraffazioni, purtroppo, sono sempre più frequenti, qui sotto riportiamo un esempio di tutti gli elementi che il marchio ENplus deve riportare. Diffidate, inoltre, dei sacchi che riportano solo la dicitura “conforme alla norma DINplus/ENplus”: la conformità alla norma è cosa ben diversa dal fatto di poter esporre un marchio di qualità. Esigere un pellet certificato, quindi, è il primo passo per un acquisto responsabile. Altre caratteristiche da valutare al momento dell’acquisto possono essere ad esempio la presenza di poca segatura di legno all’interno del sacchetto (il pellet certificato contiene meno dell’1% di polveri), il fatto che il sacchetto sia perfettamente integro e che sia stato conservato in un luogo asciutto.


Articolo letto: 85 volte
Categorie: , Guide


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook