Password WhatsApp, ecco l’unica procedura per proteggere le tue conversazioni private sul servizio di messaggistica gratuito di Facebook.

Milano
19:00 del 13/09/2016
Scritto da Carmine

Password WhatsApp, ecco l’unica procedura per proteggere le tue conversazioni private sul servizio di messaggistica gratuito di Facebook.

Purtroppo, come specificato anche nella documentazione ufficiale del servizio, una funzione del genere non è ancora stata implementata in WhatsApp. Forse non lo sarà mai, ma per fortuna esiste un modo per aggirare l’ostacolo. Mi riferisco a delle applicazioni di terze parti che permettono di creare una lista di app “top secret” e vincolare la loro esecuzione all’inserimento di una password o un PIN numerico scelto dall’utente (da aggiungere alla password o al PIN della lock-screen). Avvalendoti di una soluzione del genere puoi proteggere WhatsApp e vietare che gli sconosciuti ficchino il naso nelle tue conversazioni… ma solo se utilizzi Android.

Password WhatsApp -Se utilizzi una piattaforma software più chiusa, come ad esempio iOS, non puoi proteggere l’apertura delle singole app con una password. Puoi solo nascondere WhatsApp o le conversazioni presenti in quest’ultimo utilizzando le funzioni previste “di default” dal sistema. Se proprio ci tieni, potresti sbloccare il tuo iPhonee installare un “tweak” per proteggere le singole app con una password… ma non so quanto ti convenga mettere in pratica una procedura così impegnativa solo per questo scopo. Sta a te scegliere. Adesso però mettiamo al bando le ciance e passiamo all’azione.

Password WhatsApp -Mettere la password su WhatsApp per Android

Come appena detto, se utilizzi uno smartphone Android puoi proteggere WhatsApp in maniera abbastanza semplice. Tutto quello che devi fare è aprire il Play Store, scaricare una delle tante applicazioni che permettono di proteggere le app con una password e configurarle in modo che impediscano accessi non autorizzati a WhatsApp. Eccone un paio tra le più efficaci, entrambe gratuite e funzionanti anche su dispositivi non sottoposti alla procedura di root

Password WhatsApp -Norton App Lock

Norton App Lock è una delle applicazioni più apprezzate nel suo genere. Sviluppata dalla stessa software house del celeberrimo Norton antivirus (quindi un’azienda dall’altissimo grado di affidabilità), permette di creare una lista di app “top-secret” e di proteggerle con un PIN numerico o una sequenza da “disegnare” sullo schermo. È talmente intuitiva che spiegare come funziona è quasi superfluo. Dopo averla scaricata sul tuo smartphone non devi far altro che avviarla e scegliere se partecipare al programma Norton Community Watch inviando delle statistiche d’uso a Symantec.

A questo punto, accedi alle impostazioni di accessibilità di Android pigiando sul pulsante Configurazione e autorizza Norton App Lock a “controllare” il tuo smartphone facendo “tap” prima sulla voce Servizio Norton App Lock, poi sulla levetta collocata in alto a destra e infine sul pulsante OK

Adesso devi configurare la sequenza o il passcode, cioè il PIN numerico, con il quale intendi proteggere le tue app e devi inserirlo per due volte consecutive. Superato anche questo step, seleziona un indirizzo email attraverso il quale recuperare il PIN in caso di smarrimento e pigia sul pulsante Continua per cominciare a usare Norton App Lock.

Usare Norton App Lock, come già detto, è un gioco da ragazzi. Dopo aver inserito la sequenza o il codice di sblocco dell’applicazione, devi individuare WhatsApp nella lista delle app installate sul tuo smartphone e devi pigiare sul lucchetto collocato accanto al suo nome. Tutto qui: missione compiuta!

Adesso prova ad avviare WhatsApp e dovrebbe comparire la schermata di inserimento della sequenza o del PIN: se non inserisci il codice esatto l’applicazione non si avvierà. Se invece inserisci il codice corretto e apponi il segno di spunta accanto alla voce Mantenere sbloccata l’app fino a quando il dispositivo entra in sospensione, avrai la possibilità di mantenere l’applicazione sbloccata fino allo spegnimento dello schermo dello smartphone.

In caso di ripensamenti, per rimuovere la password da WhatsApp, avvia nuovamente Norton App Lock, digita il tuo PIN o la tua sequenza di sblocco e pigia sull’icona del lucchetto relativa a WhatsApp. Più facile di così?

Password WhatsApp -Avast Mobile Security

Ormai sono sempre di più gli antimalware per Android che includono una funzione per bloccare l’accesso alle app con una password. In ambito gratuito mi sento di consigliarti Avast Mobile Security che è molto affidabile, facile da usare e include molte funzioni interessanti (es. la scansione automatica delle app installate sullo smartphone, la verifica dei permessi delle applicazioni installate sul telefono, il blocco delle chiamate indesiderate e altro ancora).

Per installare Avast Mobile Security sul tuo smartphone, cerca l’applicazione all’interno del Google Play Store e pigia sui pulsanti Installa eAccetto. Dopodiché avviala, accetta di avviare una scansione antimalware del device e attendi qualche secondo affinché l’operazione venga portata a termine.

Una volta conclusa la scansione antimalware, analizza attentamente i risultati ottenuti (potrebbero esserti segnalati come minacce anche dei rischi potenziali, come ad esempio la possibilità di installare app provenienti da fonti esterne al Play Store) e passa alla schermata principale dell’applicazione. Pigia quindi sul pulsante Strumenti che si trova in alto a destra e seleziona la voce Blocco delle app dal menu che compare.

A questo punto, pigia sul pulsante Vai alle impostazioni, seleziona Avast Mobile Security dalla schermata che si apre e attiva la levetta relativa all’opzione Consenti accesso a dati di utilizzo per conferire ad Avast i permessi necessari a svolgere il suo lavoro. Superato anche questo step, torna in Avast, fornisci un indirizzo email valido e pigia sul pulsante Crea PIN. Infine, digita per due volte consecutive il PIN numerico che desideri utilizzare per proteggere le tue app e il gioco è fatto.

Ora non ti resta che attivare la levetta relativa alla funzione Blocco delle app (in alto a destra) e selezionare WhatsApp dall’elenco delle applicazioni installate sullo smartphone. Così facendo, ogni volta che avvierai WhatsApp ti verrà chiesto di digitare il PIN impostato in Avast.

In caso di ripensamenti, per rimuovere la richiesta del PIN in WhatsApp, avvia Avast Mobile Security e recati nella sua sezione Blocco delle app. Dopodiché disattiva la levetta che si trova accanto all’icona di WhatsApp e la richiesta del PIN verrà disabilitata istantaneamente.

Nota: se provando a disinstallare Norton App Lock o Avast Mobile Security visualizzi dei messaggi di errore, recati nel menu Impostazioni > Sicurezza > App con accesso a dati utilizzo e/o nel menu Impostazioni > Accessibilità di Android e sposta su OFF la levetta collocata accanto al nome dell’applicazione da rimuovere. Se invece vai alla ricerca di applicazioni alternative, apri il Play Store e cerca termini come “lock apps“. Troverai tantissime app per vietare gli accessi non autorizzati alle applicazioni ma, fai attenzione, prima di scaricarne una verifica attentamente il suo grado di affidabilità (basta consultare i commenti degli utenti e fare qualche ricerca su Google).

Password WhatsApp -Mettere la password su WhatsApp per iPhone

L’abbiamo già detto, purtroppo l’unico modo per mettere la password su WhatsApp su un iPhone è ricorrere al jailbreak e utilizzare alcuni dei tweak che si trovano su Cydia (l’App Store alternativo disponibile solo sui terminali jailbroken). Qualche esempio? iAppLock che è completamente gratuito e molto semplice da usare.

Se tu hai un iPhone sbloccato tramite jailbreak, puoi installare iAppLock aprendo Cydia e cercando il tweak nella scheda Cerca dello store (in basso a destra). A ricerca effettuata, procedi all’installazione di iAppLock pigiando prima sul suo nome e poi sul pulsante Installa che si trova in alto a destra nella schermata che si apre.

Ad installazione completata, avvia iAppLock, seleziona WhatsApp dalla lista delle app installate sul telefono e pigia sul pulsante Save collocato in alto a destra. Dopodiché digita il PIN che vuoi usare per proteggere l’accesso all’applicazione (per due volte consecutive) e il gioco è fatto.

A questo punto, prova ad aprire WhatsApp e dovrebbe esserti chiesto l’inserimento del PIN per accedere all’applicazione. Se dopo aver digitato il codice la app non si apre automaticamente, pigia sulla barra blu che si trova nella parte alta dello schermo.

 

In caso di ripensamenti, invece, per disattivare la protezione di WhatsApp con il PIN, apri iAppLock, seleziona la scheda App che si trova in basso a sinistra e pigia prima sull’icona di WhatsApp e poi sulla voce Unprotect che compare in basso.

Se con iAppLock non ti trovi bene, puoi provare dei tweak alternativi comeBioLockDown e BioProtect, che sono più completi (consentono di proteggere le app con una password o con il Touch ID) ma sono a pagamento, costano poco meno di 3 euro ciascuno.

Password WhatsApp -Soluzioni alternative al jailbreak

Se il tuo iPhone non è stato sottoposto al jailbreak, devi’ “arrangiarti” un po’ e tentare di nascondere WhatsApp sfruttando le funzioni messe a disposizione da iOS. Qualche esempio? Ti accontento subito.

Recandoti nel menu Impostazioni > Generali > Restrizioni di iOS e attivando le restrizioni puoi nascondere tutte le applicazioni scaricate dall’App Store dalla schermata principale dell’iPhone. Basta selezionare la voce Applicazioni e mettere il segno di spunta accanto all’opzione Non consentire le applicazioni.

Facendo uno swipe su una conversazione e pigiando sull’icona Archivia che compare di lato puoi nascondere una chat dalla schermata principale di WhatsApp.

Sfruttando un bug di iOS puoi inserire una cartella all’interno di un’altra cartella e nascondere l’icona di WhatsApp in quest’ultima.

Lo so, non è il massimo, ma purtroppo è tutto quello che puoi fare su un iPhone non sottoposto al jailbreak. Se ti “accontenti” e vuoi saperne di più, consulta i miei tutorial su come nascondere app iPhone e come nascondere conversazioni WhatsApp in cui ti ho parlato dettagliatamente delle restrizioni di iOS, del bug per nascondere le cartelle e della funzione di archiviazione dei messaggi in WhatsApp.


Articolo letto: 1050 volte
Categorie: Guide


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook