COSA VEDERE OXFORD - Ad appena 80 chilometri da Londra si trova la città di Oxford, conosciuta come la “città delle guglie sognanti”, termine usato per descrivere l’armonia dell’architettura gotica con gli edifici universitari della città.

Potenza
18:30 del 03/11/2017
Scritto da Luca

COSA VEDERE OXFORD - Ad appena 80 chilometri da Londra si trova la città di Oxford, conosciuta come la “città delle guglie sognanti”, termine usato per descrivere l’armonia dell’architettura gotica con gli edifici universitari della città.

Probabilmente pensando a Oxford quello che viene in mente è l’Università di Oxford, che è l’università inglese più antica del mondo, e una vera attrazione locale. Ma non solo vale la pena visitare questa città per i suoi collegi universitari, che sono incredibili, che potrebbero essere considerati una città in se, ma anche per i suoi negozi e per la sua spettacolare architettura.

COSA VEDERE OXFORD - Londra – Oxford: come arrivare

Se andate a visitare Oxford da Londra è facile. Per me, la migliore opzione è quella di andare in treno perché è più veloce, ma si può anche andare in autobus, se preferisci. Non ti consiglio di andare a Oxford in auto, parcheggiare in questa città è quasi impossibile e molto costoso.


COSA VEDERE OXFORD - Se viaggi in treno: le partenze sono dalla stazione di Paddington ogni mezz’ora. Il viaggio dura un’ora e costa circa 20£ (circa 25€) se acquisti il biglietto alla stazione, o circa 9,50£ (circa 12€), se lo acquistati in anticipo. Una volta che arrivi ​​alla stazione di Oxford, bastano 10 minuti camminando per arrivare al centro storico.

Se viaggiate in autobus: l’autobus che va a Oxford è chiamato Oxford Tube e parte dalla stazione Victoria ogni 15 minuti circa. L’autobus si ferma in diverse stazioni intermedie e ti lascerà alla stazione di Gloucester Green, ad Oxford. Il viaggio dura un’ora e mezza e costa 18£ (circa 22€) andata e ritorno.

La fama di Oxford è – come noto – legata principalmente alla sua tradizione universitaria: in realtà, questa località offre molti altri motivi di interesse ai turisti, sia perché è circondata dagli spettacolari paesaggi dell’Oxfordshire, con una varietà di piccoli villaggi decisamente caratteristici, sia perché ci sono numerosi edifici che meritano almeno una visita. Ovviamente, un tour ben programmato non può non prendere il via da un ateneo universitario: il college più celebre, ma anche più maestoso, è il Christ Church College, e allora si può decidere di sceglierlo come prima tappa. Una tappa che sarà gradita, in particolare, agli appassionati di Harry Potter, visto che gli interni del college sono stati sfruttati come set per le riprese cinematografiche dei film della saga dedicata al celebre maghetto.


All’interno del Christ Church College si trova la Christ Church Picture Gallery, una pinacoteca decisamente speciale: è, infatti, il solo museo d’arte ospitato dentro un college in tutto il Regno Unito. Questa pinacoteca è stata fondata alla fine degli anni ’60 dello scorso secolo ed espone, tra l’altro, creazioni di Antoon Van Dyck, Annibale Caracci e Agostino Caracci. Tra i dipinti più importanti, ci sono il “Centauro ferito” di Filippino Lippi, il “Calvario” di Giovanni di Paolo e il “Trittico con la Vergine in trono, Crocifissione e Stimmate di san Francesco” della scuola di Duccio di Boninsegna.

Altro college che merita di essere appuntato in agenda è il Magdalen College: non si può non accorgersi della sua presenza, anche perché è affiancato da una torre campanaria, risalente al XV secolo, a dir poco imponente. Una passeggiata da queste parti permette anche di ammirare i chiostri incantevoli dell’edificio e lo splendore delle statue in pietra, ma c’è pane anche per i denti degli amanti della natura, grazie a boschi e prati che si estendono per ben 40 ettari. Se si è fortunati, si ha anche l’opportunità di vedere qualche branco di cervi. Se si vuole altro verde, invece, davanti ad High Street c’è il giardino botanico più antico di tutta la Gran Bretagna, nato nella prima metà del Seicento e impreziosito da qualcosa come 8 mila specie vegetali, per 1.8 ettari di superficie.

Molto suggestiva, d’altro canto, è la Bodleian Library, cioè la Biblioteca Bodleiana, famosa per essere una delle più antiche del mondo (tra quelle ancora esistenti, ovviamente): è stata fondata nei primi anni del XVII secolo, e per dimensioni è seconda, in Gran Bretagna, unicamente alla British Library. Insomma, chi vuole immergersi in volumi e documenti preziosi per la cultura inglese ed europea può soddisfare tutti i suoi sogni qui. A proposito di edifici che hanno alle spalle una storia molto lunga, merita una menzione il Museo Ashmoleano di Arte e Archeologia, che è uno dei più antichi musei pubblici del pianeta: anche in questo caso si parla di una data di fondazione che risale al XVII secolo. Per arrivarci è necessario percorrere, in centro città, la Beaumont Street: una volta all’interno si potranno apprezzare le sue numerose collezioni d’arte, inclusa la Bates Collection dedicata agli strumenti musicali, ma anche una intera sezione incentrata sull’egittologia.


Articolo letto: 375 volte
Categorie: , Luoghi da visitare


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook