NUOVO TETTO PER PRELIEVO BANCOMAT, ECCO I CONTROLLI - Con Le Nuove Norme Viene Fissato Un Limite Numerico, Come ricorda Italia Oggi, Alle Operazioni.

Palermo
11:15 del 13/01/2017
Scritto da Carmine

NUOVO TETTO PER PRELIEVO BANCOMAT, ECCO I CONTROLLI - Con Le Nuove Norme Viene Fissato Un Limite Numerico, Come ricorda Italia Oggi, Alle Operazioni. Superato un certo importo scattano i controlli per la presunzione di "nero". L'emendamento approvato nel decreto fiscale di fatto potrebbe cambiare e non poco i movimenti sui conti correnti. La normativa in questo momento stabilisce che l'uso del contante è di fatto vietato a partire da una cifra che superi i 3000 euro.

NUOVO TETTO PER PRELIEVO BANCOMAT, ECCO I CONTROLLI - Di fatto le norme fiscali in merito sono molto chiare: scattano sanzioni nel momento in cui chi ha il conto corrente non riesce a giustificare le somme che sono depositate. In questo caso scatta una sorta di recupero da parte del Fisco con una tassazione del reddito. Una regola questa che riguarda molto spesso gli imprenditori e i commercianti e che a volte può riguardare anche i risparmiatori. Adesso le nuove regole fissano un limite numerico ai prelievi giornalieri o nell'arco di 30 giorni. Mille euro al giorno e 5mila mensili di fatto sono i nuovi limiti fissati. Superati questi tetti si aprono le porte dei controlli fiscali che potrebbero portare a pesanti sanzioni.

NUOVO TETTO PER PRELIEVO BANCOMAT, ECCO I CONTROLLI - Cambiano le norme sui prelievi dal conto corrente e si inaspriscono i controlli del Fisco. Di fatto, chi preleverà al bancomat una somma che supera i mille euro in un giorno o i cinquemila in un mese, potrebbe essere sottoposto a rigidissimi controlli fiscali.

In quel caso infatti, se i titolari del conto corrente non riusciranno a giustificare le somme depositate potranno essere pesantemente sanzionati, anche con la tassazione del reddito.


La misura si aggiunge al divieto di pagamenti in contanti sopra i tremila euro, ed è prevista da uno dei tanti emendamenti presentati in Parlamento alla manovra.

L’obiettivo del governo è quello di limitare e colpire il fenomeno del “nero” e dell’evasione fiscale: chi supererà i nuovi limiti infatti potrà essere soggetto a controlli dell’Agenzia dell’Entrate, che potrebbero equiparare il prelievo eccedente a reddito imponibile e quindi tassarlo. Per evitare maggiori imposte e sanzioni occorrerà dimostrare perché si è prelevato in eccedenza e come sono stati utilizzati quei soldi.

È consigliabile dunque conservare la relativa documentazione (fatture, scontrini e ricevute) da usare per l’eventuale contestazione del Fisco.

A differenza di imprenditori, commercianti, artigiani e semplici risparmiatori, i professionisti possono però fare affidamento su una sentenza della Corte Costituzionale che li mette al riparo dalla trasformazione dei prelievi eccedenti in redditi imponibili.


Articolo letto: 1099 volte
Categorie: , Denunce, Economia


Domanda Rank Italia
Cosa ne pensi del fisco italiano?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Carmine

16/01/2017 10:21:11
se andiamo avanti cosi preleveremo 20 euro al giorno ma di commissione ne pagheremo il doppio quindi lucreranno anche sui prelievi.
Ma io dico controllate i grandi colossi anzicchè fossilizzarvi sul ceto medio-basso..
5

Simone

13/01/2017 12:24:41
fisco italiano molto duro con i cittadini peccato se no l'italia funzionerebbe bene..
6

Omar

13/01/2017 11:29:14
Se uno ha soldi in banca credo che ci abbia pagato anche le tasse e come li spende sono affari suoi, se invece si vuole combattere l'evasione e incentivare i pagamenti elettronici abbiate almeno la compiacenza di eliminare ogni spesa per pagamenti almeno fino a 3000 euro mensili, vedrete che in pochi preleveranno contante.
5

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook