ASSEGNO UNICO 240 EURO A FIGLIO PROPOSTA PD - Da una parte l’assegno unico per i figli a carico, dall’altra la dote unica per l’acquisto di servizi per l’infanzia: sono queste le due proposte che il Pd mette sul tavolo per quanto riguarda le politiche familiari.

Milano
14:15 del 27/09/2019
Scritto da Luca

ASSEGNO UNICO 240 EURO A FIGLIO PROPOSTA PD - Da una parte l’assegno unico per i figli a carico, dall’altra la dote unica per l’acquisto di servizi per l’infanzia: sono queste le due proposte che il Pd mette sul tavolo per quanto riguarda le politiche familiari. Le due proposte dem sono state presentate con un post pubblicato sul profilo Facebook: “Il Partito Democratico sostiene le famiglie e lo fa portando in Parlamento due proposte: l’assegno unico per i figli a carico e la dote unica per l’acquisto di servizi per l’infanzia”.

ASSEGNO UNICO 240 EURO A FIGLIO PROPOSTA PD - Consiste in un sussidio che può arrivare fino a 240 euro al mese “per ogni figlio a carico”. Una misura che vale “dal settimo mese di gravidanza fino ai 18 anni”. Per chi, invece, ha figli tra i 18 e i 26 anni l’assegno – di un importo più basso – può arrivare fino a 80 euro al mese. L’assegno “viene maggiorato in caso di figli con disabilità”.


ASSEGNO UNICO 240 EURO A FIGLIO PROPOSTA PD - L’assegno unico universale consiste in un sussidio che può arrivare fino a 240 euro al mese “per ogni figlio a carico”. Una misura che vale “dal settimo mese di gravidanza fino ai 18 anni”. Per chi, invece, ha figli tra i 18 e i 26 anni l’assegno – di un importo più basso – può arrivare fino a 80 euro al mese. L’assegno “viene maggiorato in caso di figli con disabilità”. C’è poi la dote unica per l’acquisto dei servizi per l’infanzia. Si tratta di un bonus fino a 400 euro al mese per ogni figlio a carico da zero a tre anni per tutte le spese riguardanti l’asilo nido, il babysitter e altri servizi per l’infanzia. Si prevede, poi, un importo ridotto dai 3 ai 14 anni. Anche in questo caso la dote viene maggioranza per ogni figlio con disabilità.

Quelle proposte dal Pd sono due misure che gli stessi dem definiscono “semplici, eque e continuative” e “che accompagneranno le famiglie nella crescita dei figli”. Il Pd pubblica anche alcune grafiche per spiegare meglio queste misure e riassumere gli aspetti che le caratterizzano. Secondo i dem “l’assegno unico previene la povertà”, mentre “la dote unica per i servizi favorisce l’occupazione femminile”. I due obiettivi, quindi, che si fissa il Pd con questa proposta di legge che comunque dovrebbe essere discussa dal Parlamento e trovare i finanziamenti con la prossima legge di Bilancio. La Camera inizierà l’esame del disegno di legge delega “già dal mese prossimo”, come sottolinea Elena Carnevali, della presidenza del gruppo del Partito Democratico a Montecitorio.


Articolo letto: 256 volte
Categorie: , Economia, Nuove Leggi, Politica


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook