Da 1° gennaio aumenti a valanga: trasporti, autostrade, luce, gas, multe etc… Ma siatene fieri, STATE SALVANDO LE BANCHE !!

Torino
10:20 del 02/01/2017
Scritto da Luca

Da 1° gennaio aumenti a valanga: trasporti, autostrade, luce, gas, multe etc… Ma siatene fieri, STATE SALVANDO LE BANCHE !!

Luce e gas

“Pressione fiscale che cresce a ritmo più sostenuto rispetto al resto d’Europa – denuncia il Codacons – Per il gas il peso delle tasse raggiunge il 53,5% nella classe di consumo intermedia”

Brutte notizie per i consumatori italiani. Dal prossimo 1 gennaio, infatti, le tariffe luce e gas subiranno  aumenti, rispettivamente del +0,9% e +4,7%.

“Si tratta di aumenti pesanti che incideranno in modo non indifferente sulle tasche delle famiglie. In particolare per il gas si tratta di una vera e propria “batosta” a danno degli utenti, considerato il consumo maggiore nei mesi invernali legato al riscaldamento – afferma il presidente Codacons, Carlo Rienzi – Il Governo deve intervenire con urgenza riducendo in tempi rapidi la pressione fiscale sull’energia, che ha toccato il suo apice nell’ultimo anno”.
“Pressione fiscale che cresce a ritmo più sostenuto rispetto al resto d’Europa – denuncia il Codacons –  Per il gas il peso delle tasse raggiunge il 53,5% nella classe di consumo intermedia (525-5.254 metri cubi), e addirittura arriva al 71,9% nella classe più elevata (oltre 5.254 metri cubi, per lo più riscaldamenti centralizzati), contro una media Ue rispettivamente del 39,5% e del 45,1%.”.


La stangata dei pedaggi Autostradali

In arrivo una serie di aumenti dei pedaggi sulla rete autostradale italiana, con un rincaro medio dello 0,77% e punte sul Tronco A4 (+4,60%), sulla Torino-Savona (+2,46%) e Bre.be.mi (+7,88%) e un +0,64% sulla rete gestita da Autostrade per l’Italia.

Lo annuncia il ministero delle Infrastrutture e Trasporti: «L’aggiornamento annuale delle tariffe deriva dall’applicazione di quanto contrattualmente previsto dalle Convenzioni Uniche stipulate dal 2007 in attuazione della legge di riforma del settore n. 296/2006 unitamente alle Delibere Cipe del 2007 e del 2013 che hanno stabilito le formule tariffarie e criteri di calcolo».

Aumento multe stradali 

Inizio di anno amaro per gli automobilisti per i quali scatta oggi l’aumento delle multe stradali. Non saranno però tutte sanzioni per violazione del Codice della  Strada a subire i rincari. Come spiega Studio Cataldi, sito di informazione legale, non tutte le multe di importo elevato aumenteranno da oggi 1 gennaio 2017: “alcune di esse, infatti, hanno fatto il loro ingresso nel codice a seguito della depenalizzazione di inizio 2016 con la conseguenza che, per questo turno, non saranno toccate dall’adeguamento. Si tratta, in particolare, dei casi di guida senza patente o di guida con licenza di categoria inferiore a quella che il veicolo richiede”. Le sanzioni interessate dall’adeguamento a causa dell’aumento dell’indice dei prezzi al consumo saranno comunque solo quelle amministrative e non penali, mentre non subiranno alcuna modifica gli importi richiesti in caso di guida in stato di ebbrezza (media o grave) e di guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti.

E ancora aumentano le tariffe Gpl, le tariffe dei treni, acqua e benzina. E di conseguenza aumenti su tutti i prodotti che necessitano di trasporti, energia elettrica e gas (quindi tutti)… Ma pagate, sorridete e siatene fieri: STATE SALVANDO LE BANCHE!

Da: QUI


Articolo letto: 1049 volte
Categorie: , Cronaca, Denunce, Economia


Domanda Rank Italia
Cosa ne pensi delle tasse in Italia?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Amalia

02/01/2017 12:13:02
Povero Gentiloni, il precedente "fenomeno" é andato via sconfitto dopo aver promesso e dato soldi a tutti, lasciato un debito di 100 MLD di € , oltre alle rate dell'Aibus A340 personalizzato da pagare ! Ora si ritrova a sbrogliare la matassa di tutti i casini che ha lasciato Renzi : MPS, EQUITALIA, Rapporti con la UE, Bilancio in deficit, Decreti attuativi, Bilanci degli Enti pubblici, disastro Buona Scuola ecc... ! Però l'altro dice che ne esce a testa alta perché dimissionario e coerente (sic) ! Intanto lascia i fedelissimi Lotti, Boschi, Alfano, Verdini e tutta la troupe Rai con Campo dell'Orto in testa, ed altri lacchè ... ! In attesa del ritorno !
4

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook