Vi abbiamo parlato pochi giorni fa dell’applicazione della legge n. 3 del 27.01.2012, Art. 6, comma 2, lettera a, meglio nota come legge “salva-suicidi” o “cancella debiti”.

Catanzaro
08:00 del 28/02/2018
Scritto da Samuele

Vi abbiamo parlato pochi giorni fa dell’applicazione della legge n. 3 del 27.01.2012, Art. 6, comma 2, lettera a, meglio nota come legge “salva-suicidi” o “cancella debiti”.

Ora proviamo a fare il punto su tutti quei beni che sono impignorabili anche in caso di mancato pagamento delle tasse.


Il pignoramento della casa di proprietà, nel caso di debiti verso lo Stato, è soggetta ad una serie di limitazioni: non si può ipotecare le casa se il debito del contribuente è inferiore a 20mila euro, non si può pignorare la casa se il debito complessivamente accumulato dal contribuente è inferiore a 120mila euro e la somma di tutti gli immobili di sua proprietà è inferiore a 120mila euro e, elemento più importante che di fatto rende impignorabile la prima casa, non si può pignorare la casa se il debitore non possiede (anche per quote) altri immobili oltre a quello in questione e sempre a condizione che questo sia quello di residenza. Dunque in sostanza di qualsiasi importo sia il debito se il debitore ha solo una casa di proprietà questa non potrà essere pignorata.

Anche il pignoramento dello stipendio presenta diverse eccezioni e regole peculiari. Innanzitutto lo stipendio può essere pignorato fino al massimo di un quinto del suo valore. In secondo luogo se viene notificato un pignoramento in banca, l’ultimo stipendio o pensione) accreditata sono salvi, non possono essere pignorati. Infine se il debitore ha sul conto corrente fino 1.344,21 euro non potrà essere preso nemmeno un euro. Il pignoramento inizierà al di sopra di quella cifra. Per quanto riguarda la pensione il quinto pignorabile va calcolato al netto del cosiddetto ‘minimo vitale’ (o di ‘sopravvivenza’) che è pari a 1,5 volte l’assegno sociale: 672,10 euro. I beni di famiglia non pignorabili sono: letti, tavoli da pranzo con le relative sedie, armadi guardaroba, cassettoni, frigorifero, stufe, fornelli di cucina anche se a gas o elettrici, lavatrice, utensili di casa e di cucina insieme ad un mobile idoneo a contenerli. Anche l’auto non può essere pignorata se il contribuente dimostra che gli serve per andare al lavoro. Infine tra i beni assolutamente impignorabili ci sono anche le polizze vita.

Da: QUI


Articolo letto: 263 volte
Categorie: , Economia


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook