Diversi anni fa alcuni neonazisti inneggiarono ad Hitler e derisero Anna Frank: se la sono cavata grazie alla prescrizione

Varese
12:12 del 12/12/2014
Scritto da Gerardo

E' considerato reato inneggiare al fascismo o al nazismo eppure c'è chi lo ha fatto e, sicuramente, ci sarà chi lo continuerà a fare. Del resto, la legge non si è quasi mai dimostrata in grado di combattere in Maniera seria e approfondita questo fenomeno che, per fortuna, non è molti sviluppato.

E' vero che l'articolo 21 consente a chiunque di esprimere la propria opinione ma c'è chi dimentica che lo stesso articolo della nostra Costituzione fissa anche dei limiti tra i quali c'è quello del buon costume. Ecco, sicuramente non può far parte del buon costume una manifestazione che inneggia al fascismo o al nazismo.

Nel 2007 22 persone parteciparono ad una festa in una birreria. Durante la festa a forte matrice neonazista fu celebrato l'anniversario della nascita di Hitler e furono cantati cori offensivi nei confronti di Anna Frank e, in generale, del popolo ebreo. Grazie alle telecamere piazzate dalla Digos fu possibile formulare per i 22 l'accusa di incitamento alla discriminazione e alla violenza per motivi etnici e razziali. Ci fu il rinvio a giudizio ma, a causa di alcuni errori e della solita lentezza della giustizia italiana, ora si è arrivati alla prescrizione.


Articolo letto: 931 volte
Categorie: Cronaca, Politica, Sociale


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook