Negazionismo olocausto: ecco perché negano la shoah | L’analisi di Italiano Sveglia

Verona
12:25 del 23/12/2014
Scritto da Gerardo

Lo sterminio degli ebrei e di tutti gli altri che la gente si dimentica (zingari e omosessuali, perlopiù) c'è stato eccome. Questo è innegabile, ci sono i corpi, ci sono prove concrete, ci sono modus operandi descritti e soprattutto c'è un'ideologia documentata che prevedeva l'inferiorità delle razze non ariane, che prevedeva una GerMania solo tedesca. La cosa più terrificante del genocidio però è il fatto che storicamente non è stato nulla di eccezionale. Ci sono stati numerosi genocidi simili sia prima che dopo l'Olocausto, sia per numeri che per atrocità compiute.

Il rischio insito nella celebrazione della memoria dell'Olocausto è che questa si trasformi nella dimenticanza degli altri genocidi. Per questo non amiamo molto il ritrarre il nazismo come male assoluto e l'Olocausto come la più grande tragedia della storia: troviamo molto più interessante considerare Hitler come un uomo, il nazismo come un'idea nata da uomini, che ogni giorno potrebbe riaffacciarsi sulla storia. Questo ai nostri occhi lo rende mille volte più terribile.

Le persone che negano la shoah hanno dei forti dubbi sul funzionamento dichiarato delle camere a gas. Non è mai spuntato fuori uno schema tecnico di camera a gas che potrebbe essere stato usato ai ritmi dichiarati da buona parte di letteratura sull'Olocausto. Questo non significa - ripetiamo - che i morti non ci sono stati o che le camere a gas non siano state affatto utilizzate. Significa semplicemente che i morti che ci sono stati sono morti di stenti, fame e malattia: una morte molto più banale che non le fabbriche di cadaveri ipotizzate. Ma su quale base di verità sostengono queste tesi?

Se negano avranno i loro buoni motivi, se non negano avranno i loro buoni motivi, cioè motivi a supporto della tesi, ovviamente. La certezza da parte di chi non c'era è quella di dare valore a parole, foto, testimonianze e stato in cui era ridotto chi riuscì a tornare a casa. Se mettiamo insieme tutti i parenti e testimoni di quei ritorni e di quei racconti TUTTI uguali, raggiungeremmo cifre da capogiro. C'è ancora chi ha forza ed energie per continuare ad andare a testimoniare nelle scuole alle nuove generazioni perché non si facciano instillare dubbi da chi ha tutti gli interessi a far perpetrare l'odio verso gli ebrei. A noi sembra che i negazionisti siano tutti filo fascisti-nazisti, e perciò tendono a screditare la shoah ( se fanno perdere di significato le camere a gas, vuol dire che aumenta l’ideale del nazismo ).


Articolo letto: 2482 volte
Categorie: Cultura, Curiosità, Denunce, Editoria, Sociale


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook