È una cospirazione enorme? O è possibile che la NASA stia giocando con il nostro clima sulla Terra? Molte persone sarebbero probabilmente d’accordo che stiamo guardando solo una complessa massa nuvolosa, mentre altri ritengono che le prove siano proprio davanti a noi.Quest’anno la stagione degli uragani dei Caraibi ha trasformato ‘il tempo’ in un soggetto dominante del mondo.

Milano
07:00 del 19/09/2017
Scritto da Gerardo

Molte persone sarebbero probabilmente d’accordo che stiamo guardando solo una complessa massa nuvolosa, mentre altri ritengono che le prove siano proprio davanti a noi.Quest’anno la stagione degli uragani dei Caraibi ha trasformato ‘il tempo’ in un soggetto dominante del mondo.

Un danno catastrofico è stato testimoniato nei Caraibi, dove isole intere sono state spazzate via dall’incredibile potere di madre natura. Tuttavia, questo è solo la forza della nostra natura, o c’è qualcosa che sta accadendo?

Da decenni “teorie di cospirazione” sul controllo del tempo circolano su Internet, e le voci sul controllo del tempo da parte del governo sono diventate molto popolari.

Ciò che è stato considerata come un’impresa impossibile, oggi è possibile grazie agli sforzi di geoingegneria che negli ultimi dieci anni  ci ha dato la possibilità di controllare il tempo: dando luogo ad una tecnologia che ha due vie, distruggere il nostro pianeta o aiutarlo.

L’ingegneria climatica comunemente indicata come geoingegneria, nota anche come intervento sul clima, è l’intervento deliberato e su larga scala nel sistema climatico della Terra allo scopo di influenzare il riscaldamento globale.

Quindi dove è quella prova? Dove posso vedere con i miei occhi che il nostro tempo è in realtà manipolato?

Beh, guarda da solo.

Le regioni costiere dell’Africa sono una zona calda per gli sforzi di geoingegneria, anche se sono riferiti dai media mainstream come nient’altro che il risultato di “polvere” nell’aria, nota Dane Wigington che cita un estratto da un articolo di Fox9 News :

“Adesso, gran parte del Golfo del Messico e delle parti dei Caraibi sono leggermente più calde delle normali temperature dell’oceano che normalmente aiuterebbero nello sviluppo tropicale.

“Ma c’è molta polvere e aria secca nell’atmosfera che le tempeste stanno soffocando prima ancora di iniziare”.





Da: QUI


Articolo letto: 1076 volte
Categorie: , Ambiente, Cronaca, Denunce, Sociale


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook