Giorgio Napolitano si è giocato buona parte degli stipendi che i contribuenti italiani gli hanno erogato nella sua lunghissima carriera politica e istituzionale sul mattone

Napoli
08:00 del 15/04/2016
Scritto da Gerardo

L’IMPERO IMMOBILIARE DI NAPOLITANO – ALLA FACCIA DI OPERAI E DISOCCUPATI

Giorgio Napolitano si è giocato buona parte degli stipendi che i contribuenti italiani gli hanno erogato nella sua lunghissima carriera politica e istituzionale sul mattone. E non ha sbagliato: il suo primo investimento oggi si è moltiplicato quattro volte e mezzo di valore, nonostante la crisi del mercato immobiliare degli ultimi anni. Secondo le valutazioni di mercato oggi i mattoni di Napolitano (condivisi con la moglie Clio Bittoni) oscillano fra i 2,1 e i 2,6 milioni di euro di quotazione.

L’ultimo investimento è anche il più recente: i coniugi Napolitano hanno acquistato l’8 novembre 2012 (dopo un preliminare di vendita firmato il 20 luglio dello stesso anno) un appartamento al terzo piano di via dei Serpenti nel quartiere Monti – dove ora sono tornati a vivere – perfettamente identico a quello che già possedevano da decenni nello stesso immobile al piano terra: entrambi sono di sei vani. A venderglielo poco prima che scadesse il primo mandato alla presidenza della Repubblica, lo svizzero Mario Busetto e altri 11 comproprietari delle famiglie Persico, Maceratesi e Bertinetti. Non è noto il prezzo, perchè non indicato nell’atto sintetico depositato. Così come non è noto quanto fu pagato il villino con pertinenze che i coniugi Napolitano possiedono in una via privata all’imbocco di Capalbio, il paese della Maremma da sempre buen retiro della Sinistra italiana.


Le quotazioni – L’ultimo acquisto in via dei Serpenti però è identico al primo, avvenuto nel lontano 1980. Allora i Napolitano pagarono quell’appartamento 100 milioni di lire alla Pars Italia spa. Secondo il calcolatore Istat che rivaluta le somme, sarebbero 243.767 euro di oggi. Ma oggi quell’appartamento viene valutato in una forchetta che oscilla fra 889.200 e 1.138.000 euro a seconda dello stato dell’immobile (ottimo): l’investimento si è quindi più che quadruplicato. I Napolitano hanno un fiuto particolare per gli affari immobiliari. Ed è una fortuna: perchè il valore degli immobili posseduti dai coniugi oggi è pari a quasi la metà degli stipendi ricevuti da Napolitano in tutta la sua vita politica.

Presidente della Repubblica “Re Giorgio” lo è stato per otto anni e otto mesi, ricevendo uno stipendio netto complessivo più o meno uguale al valore dell’ultimo appartamento acquistato: 1.094.391 euro. Non avendo sostanzialmente avuto spese (vitto e alloggio erano assicurati dalla funzione per i coniugi, così come ogni spostamento), saranno stati davvero messi da parte. Nel resto della vita Napolitano ha sempre ricevuto stipendio base e rimborsi spese dai contribuenti italiani, salvo che nel lustro 1963-1968, quando rimase fuori dal Parlamento e si occupò del suo partito: membro del comitato centrale del Pci e segretario regionale della Campania. Napolitano è stato invece 27 anni e 11 mesi deputato, e 5 anni senatore della Repubblica (anche adesso lo è, essendo senatore a vita).

In contemporanea (con il doppio mandato) è stato dieci anni europarlamentare e 2 anni ministro. Ha ricevuto stipendi da parlamentare (senza calcolare le indennità extra) per 2,5 milioni di euro netti. E in più ha percepito1,8 milioni di euro di diaria per rimborso spese per il soggiorno a Roma (che lui non aveva, abitando nella capitale) che sono diventate altro stipendio netto non tassato. In tutto fanno 5.471.891 euro netti, a cui aggiungere le eventuali somme percepite per rimborso spese di segreteria, non spese e quindi andate a cumularsi anche esse allo stipendio netto, come è malcostume accada da sempre nel mondo politico.


Articolo letto: 60490 volte
Categorie: Denunce, Politica, Sociale


Domanda Rank Italia
Cosa ne pensi dell'impero immobiliare di Giorgio Napolitano?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Franco

17/10/2016 14:38:05
GHIGLIOTTINA
6

Giuseppe

17/10/2016 12:52:36
Fra non molto (vista la sua età ) dovrà rispondere alla legge divina.Buona fortuna presidente
1

Giuseppe

17/10/2016 12:52:33
Fra non molto (vista la sua età ) dovrà rispondere alla legge divina.Buona fortuna presidente
1

Sabino

16/10/2016 20:55:13
Non ci sono parole per definire tutto questo "ladrocinio legalizzato" alla faccia di chi ha lavorato onestamente per poter realizzare il sogno di una vita ,con relativo mutuo a carico, di possedere un tetto sulla testa!!!
2

Nadia

16/10/2016 17:11:19
Un grande magnaccia
1

Antonio

16/10/2016 15:50:00
IL MIO COMMENTO, COME SI PUO' COMMENTARE L'OPERATO DI UN ESSERE COSI' ..............., COME SI PUO' COMMENTARE A VEDERLO IN SENATO ANCORA OGGI E CHIEDERE FACENDO FINTA DI LAVORARE PENSANDO CHE A SEMPRE LAVORATO PER RIEMPIRE IL SUO FORZIERE. CHISSA' SE A MAI PENSATO CHE QUEL FORZIERE ANCHE PER LUI E' DI LEGNO E SENZA TASCHE. A GIO' FRA GIORNI VIENE LA SIGNORA CHE NON GUARDA IN FACCIA A NESSUNO E TI PORTA CON LEI, VORREI ESSERE PRESENTE PER DIVERTIRMI E FARMI UNA BELLA RISATA !

6

Sergio

16/10/2016 11:59:45
uno dei + bravi per fregare gli italiani
6

Valter

16/10/2016 09:01:29
credo che non rispecchi neanche lontanamente i sacrifici che hanno imposto al popolo, dai anni a ora per ben 4 volte sono andati a modificare le pensioni fino arrivare alla legge fornero ,pensioni,art18,ammort.sociali, visto che aziende chiudevvano il lavoro si perdeva e stipendi diminuivano ,SOSTENENDO L'AUSTERITà CON IL PAREGGIO DI BILANCIO ,E VOLENDO PRIVATIZZARE IL PIù POSSIBILE, APPROVANDO TUTTO IN FURIA E FRETTA NON C'ERA ALTRO DA FARE PER SALVARCI DALLA.......,??SOLO CHE NEI TEMPI SI SONO SEMPRE E DICO SEMPRE DI ANDARE A TOCCARE PER I VARI SACRIFICI CHE LA NAZIONE RICHIEDEVA I LORO STIPENDI,VITALIZI,PENSIONI D'ORO ,E TUTTI I VANTAGGI DEGLI ELETTI ALL'OLIMPO E PER TUTTA LA LORO FAMIGLIA NON HANNO SUBITO VARAZIONI PER SACRIFICI?MA (ANZI NEI ANNI INCENTIVATI).( E SE LI SELGONO PER BENE PRIMA DI FARLI ELEGGERE? SONO TUTTI AVVOCATI NOTAI AVVOCATI ECC ) PER AFFRONTARE I PROBLEMI DEL PAESE, I CITTADINI HANNO PAGATO ANCHE LA PARTE CHE ASPETTAVA AI POLITICI , TUTTE RIFORME IMPOSTE DALLA BCE, E VISTE CON FAVORE DA CERTI POLITICI. BE CHE DIRE NON MALE COME ESEMPIO ,CHE RISPETTO VERSO I CITTADINI ,CHE COERENZA NELLE LEGGI CHE FANNO E SENSO DI SOLIDARIETà ,E CHE SENSO DI EQUITà E DI DOVERE? TUTTO DA CAMBIARE UNO VERO CHE SCHIFO. BUUUUUUUU
6

Sabino

16/10/2016 04:23:10
Vergogna
6

Wilma

14/10/2016 17:43:42
Giorgio Napolitano è stata la persona che ha rovinato questo paese. Ma ormai lui ha quasi finito i kilometri e quindi cosa possono farli????
3

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook