La tecnologia come al solito sta galoppando ad ampie falcate; se dal lato CPU però si sta vedendo una riduzione dell’aumento di potenza da generazione a generazione, lo stesso non si può di certo dire per le GPU.

Milano
12:00 del 17/03/2017
Scritto da Samuele

La tecnologia come al solito sta galoppando ad ampie falcate; se dal lato CPU però si sta vedendo una riduzione dell’aumento di potenza da generazione a generazione, lo stesso non si può di certo dire per le GPU. La serie 10 di Nvidia ha cambiato parecchi paradigmi, portando un enorme capacità di calcolo nelle case di tutti, a seconda della fascia di prezzo che si vuole andare a spendere. Che voi abbiate il portafogli a fisarmonica o che stiate a contare ogni singolo euro, potete costruirvi un PC dalle capacità quasi inimmaginabili. La vera rivoluzione di questa serie di GPU però non è questa, ma è quella sul versante portatile.

Nuova generazione

Niente più M, niente più cercare di capire se la variante per portatile rientra in quei requisiti minimi che fanno riferimento solo alle versioni deskstop, niente più cecare di fare comparazioni per capire dove quel portatile si posizione tra le varie GPU. Ora la situazione è semplice: le schede video Nvidia sono le stesse, sia per PC casalinghi che per portatili (al netto di piccolissime differenze, soprattutto di frequenze). Con questa grande rivoluzione tornano quindi alla ribalta i computer portatili da gaming, che finalmente vivono di una loro dignità anche dal punto di vista mediatico. Su queste pagine avete già avuto modo di leggere di altri portatili equipaggiati con un scheda grafica Nvidia serie 10, ma MSI GE72 7RE è il primo a montare una GTX 1050 Ti con 4 gb GDDR5, inserendosi così di gran carriera nella fascia entry level. Oltre alla scheda video di fascia media, ma di ultimissima generazione, al passo coi tempi è anche la CPU, con un Intel Core i7-7700HQ da 2.8 GHz facente parte della nuova famiglia Kaby Lake. Pur non essendo una CPU rivoluzionaria rispetto alle precedenti, assicura una potenza ben superiore alle necessità di tutti gli utilizzi giornalieri, che si vada dal web browsing, alla scrittura di testi oppure, ovviamente, al gaming.


Il collo di bottiglia per quest’ultimo utilizzo resta la GPU che vi darà sempre risultati di gran lunga superiori a quanto è possibile raggiungere sulle attuali console da casa (figuratevi le portatili) senza però andare oltre. Niente 4K e VR, ma su questa macchina potrete godervi i titoli più recenti al massimo del dettaglio con gli FPS che nella maggior parte dei casi arrivano a 60 (a volte dovendo fare i conti con qualche compromesso). Nei nostri test, ad esempio, un Forza Horizon 3 con tutti i settaggi al massimo e risoluzione 1080p, è riuscito a sfoderare una qualità grafica di molto superiore a quella di Xbox One, pur non riuscendo a salire di molto sopra i 30 FPS (badate bene però che neanche con una Titan riuscirete ad arrivare a 60, a causa della scarsa ottimizzazione); passando invece al fratello più simulativo Forza Motorsport 6 Apex, i 60 FPS sono granitici. Ovviamente la situazione si fa ancora  più accomodante se siete dei novizi del PC gaming e volete recuperarvi qualche perla del passato, che su questa macchina può girare al massimo delle sue capacità.


Top di gamma is the new entry level

Oltre alle ormai solite caratteristiche dei computer MSI di ultima generazione come la tastiera Steelseries retroilluminata e controllabile in più zone, il largo touchpad zigrinato che non perde mai un colpo, l’audio Nahimic 2 che assicura una risposta di ottimo livello con bassi potenti e tante altre piccole chicche, la possibilità di regolare ventole e overclocking direttamente da Dragon Center anche da app per smartphone, è anche presente uno schermo FullHD a 120 Hz: un insieme di cose che proprie dei top di gamma, ma che lentamente stanno scalando verso l’entry level della categoria. Per i €1599,00 richiesti per l’acquisto,che attualmente comprendono un pack formato da zaino, portachiavi e mouse da gaming, potete portarvi a casa una macchina onnicomprensiva che vi dà la possibilità di fare tutto ciò che avreste voluto da un “normale” portatile, con cui si gioca alla grande. Certo stiamo sempre parlando di un portatile che tradisce un po’ la sua categoria con uno schermo da 17” e un peso che sfiora i 3 kg, ma poter usufruire di tutta questa potenza mentre si è a casa di un amico, in università o in viaggio può sempre tornare utile. Anche dal punto di vista della batteria, però, c’è da fare qualche calcolo e studiare con cura le soluzioni di risparmio energetico: nel caso vogliate fare sessioni di gioco intenso dovrete tenere a portata di mano il caricabatterie, altrimenti l’avviso di carica residua sotto il 10% vi apparirà dopo poco più di un’ora. La situazione purtroppo non migliora anche nel caso in cui vogliate solo navigare e vedere qualche filmato, in quanto la batteria vi lascerà a piedi dopo circa quattro ore.

Da: QUI


Articolo letto: 34 volte
Categorie: , Tecnologia


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Paolo

17/03/2017 16:23:30
La tecnologia sta facendo grossi passi in avanti per farci vivere al meglio e in comodità.
6

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook