STORIA DEI MOSAICI - Le prime testimonianze di mosaico a tessere a Roma si datano  attorno alla  fine del III  sec a.C

Bari
19:30 del 07/01/2017
Scritto da Carmine

STORIA DEI MOSAICI - Le prime testimonianze di mosaico a tessere a Roma si datano  attorno alla  fine del III  sec a.C. per impermeabilizzare il pavimento di terra battuta. Successivamente con l’espansione in Grecia ed in Egitto si svilupperà un interesse per la ricerca estetica e la raffinatezza delle composizioni che daranno effetti sempre più strabilianti.
STORIA DEI MOSAICI - Inizialmente le maestranze provenivano dalla Grecia e portavano con sè tecniche e soggetti dal repertorio musivo ellenistico, ma sarà il mosaico romano e bizantino che si diffonderà in tutto l’ impero preferendo temi figurativi geometrici, arabeschi e vegetazione stilizzata.
Tra le più alte espressioni di questo periodo troviamo  la chiesa di San Vitale a Ravenna e di Santa Sofia a Istanbul.

STORIA DEI MOSAICI - Chi è in cerca di originalità, insomma, con la ceramica non resterà deluso, ed è proprio per soddisfare i più creativi che nasce il tipo di rivestimento che andiamo ad esaminare oggi:il mosaico

I mosaici sono costituiti da fogli della medesima grandezza dei materiali consueti, ma ciascun foglio è formato da piccole tessere quadrate per la maggior parte incollate su rete; possono essere di colore diverso o dello stesso colore ma con tonalità diverse. I materiali più utilizzati sono il vetro, la pasta di vetro ed il grès, ma nulla impedisce di mescolare più materiali insieme, quali pietre, resine e metalli e realizzare interessanti combinazioni. Vedi, infatti, la nostra serie Baie.

Mosaico Torino: in questa sezione potrai trovare un'ampia scelta di aziende del settore dei mosaici artistici a Torino. Sfogliando l'elenco di Aziende Torino potrai visualizzare la scheda descrittiva di ognuna e scegliere quella che fa per te

I risultati estetici possono essere spettacolari. Non ci credi? Dai uno sguardo alla nostra collezione Acquerello: sfruttando soltanto un colore di partenza e dividendolo in due macro aree con tinte contrastanti siamo riusciti ad ottenere quell’effetto acqua marina tanto in voga negli ultimi tempi.

Dal punto di vista tecnico il mosaico presenta dei vantaggi che vale la pena sottolineare: luminosità e vivacità dei colori innanzitutto. Grazie alla sua caratteristica di avere piastrelle nella piastrella è possibile tagliare il materiale in modo preciso e riuscire così a rivestire anche superfici curve.

Concludendo, se la posa viene eseguita a regola d’arte, il mosaico sembrerà uniforme, come se le tessere fossero state incollate una ad una.


Articolo letto: 35 volte
Categorie: , Cultura


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

Mosaici - arte - Mosaici Roma - Mosaici Milano - Arte - cultura - pietre - storia -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook