RECENSIONE MONSTER HUNTER WORLD ICEBORN - Essendo un'espansione, Iceborne altera soltanto marginalmente le dinamiche del gameplay che abbiamo già approfondito nella recensione originale di Monster Hunter: World e nei numerosi speciali che seguirono.

Napoli
06:00 del 01/10/2019
Scritto da Carmine

RECENSIONE MONSTER HUNTER WORLD ICEBORN - Essendo un'espansione, Iceborne altera soltanto marginalmente le dinamiche del gameplay che abbiamo già approfondito nella recensione originale di Monster Hunter: World e nei numerosi speciali che seguirono. Se volete sapere come funziona il gioco, insomma, vi rimandiamo a quell'articolo, supponendo in questa sede che lo abbiate già giocato e che conosciate le meccaniche e i contenuti che Iceborne va a ritoccare e, appunto, ampliare.


In questa recensione ci soffermeremo quindi sulle novità principali sia in termini di gameplay, sia prettamente contenutistiche. Dedicheremo inoltre un ultimo e brevissimo paragrafo all'endgame: Capcom ci ha vietato severamente di discuterlo nel dettaglio, quindi ci limiteremo a spiegarvi in che modo ha inciso sulla nostra valutazione, rimandandovi a un futuro approfondimento sulla questione.

La nuova area introdotta in Iceborne per l’Endgame è una sorta di fusione dei biomi presenti nel gioco originale. Le Terre Guida sono divise in quattro zone che ricordano quattro delle cinque aree viste in World, ossia la Foresta Antica, le Guglie Selvagge, gli Altipiani Corallini e la Valle Putrefatta. In ognuna di queste diverse aree troverete poi anche i mostri tipici dell’ambiente in questione, ma ovviamente non saranno disponibili tutti subito.


RECENSIONE MONSTER HUNTER WORLD ICEBORN - Ognuno dei quattro biomi presenti ha un livello che lo contraddistingue; questo può essere aumentato svolgendo determinate azioni che variano dalla semplice ricerca di tracce fino ai diversi possibili obiettivi della caccia, ossia ferire un mostro, ucciderlo o catturarlo. Ogni aspetto della caccia vi darà dei punti che aumenteranno il livello di un bioma specifico fino a un massimo di 7. La particolarità di questo sistema è però dovuta al fatto che, mentre aumentate il livello di un bioma, farete decrescere quello di tutti gli altri, dovendo poi concentrarvi nuovamente sull’area che ha subito il calo per riequilibrarla. Bisogna dunque sempre cercare di non favorire troppo una sola area con le sue tipologie di mostri, per non buttare via tutto il lavoro fatto nelle altre.

 

RECENSIONE MONSTER HUNTER WORLD ICEBORN - I mostri che appariranno in ogni bioma sono a grandi linee quelli visti nello stesso ambiente ma nelle missioni della storia così come in quelle facoltative (con i mostri tipici delle Distese Brinose redistribuiti qua e là). Troverete dunque il Tobi-Kadachi nell’area della Foresta Antica, il Diablos in quella delle Guglie Selvagge, l’Odogaron nella zona simile alla Valle Putrefatta e così via.

All’inizio potrete far salire ogni bioma fino a livello 4, mentre per sbloccare nuovi livelli bisognerà accettare delle missioni speciali che si riceveranno una volta raggiunto un determinato livello del Grado Maestro. A GM 49 sbloccherete il livello 5, a GM 69 il livello 6 e infine a GM 99 si sbloccherà il settimo e ultimo livello. A ogni nuovo livello raggiunto, per ogni area arriveranno mostri sempre più vari e potenti, fino a veder comparire anche i Draghi Antichi e i mostri temprati. Le Terre Guida nascondono anche mostri e sottospecie inedite, affrontabili solo in questa modalità. Lo scopo principale dell’andare in giro per le Terre Guida non è ovviamente soltanto quello di uccidere mostri per farne comparire di nuovi e più potenti, ma è anche quello di raccogliere nuovi materiali, esclusivi di quest’area, per forgiare armi e armature ancora più potenti.


Ogni area delle Terre Guida ha anche dei punti di raccolta di materiale che presentano risorse uniche. Questi sono divisi in Resti d’Ossa e Depositi Minerari. Queste due risorse hanno un indicatore, visibile sulla mappa generale, che mostra il progresso fatto per ognuna di loro: ogni volta che troverete e raccoglierete oggetti da questi punti la barra salirà. All’aumentare dell’indicatore la varietà di oggetti trovati migliorerà e, quando sarà raggiunto il massimo livello, apparirà nel bioma corrispondente un punto di raccolta speciale con oggetti rarissimi. Recuperate le risorse, l’indicatore si riazzererà e dovrete ricominciare il processo da capo.


Articolo letto: 150 volte
Categorie: , Videogames


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook