La vita di una mistress? Non è solo apparenza come può sembrare, ma la dimostrazione del proprio carattere senza alcuna sosta. Perchè si è padrone... dentro

Biella
13:57 del 01/11/2014
Scritto da Albertone

Una vita da... padrona. Chiamatela mistress, non per gioco ma per indole. Dalla mattina alla sera, da quando si sveglia a quando si infila sotto le coperte, il suo carattere è dominante. Nei confronti degli uomini, ma anche delle donne. Sottomettere gli altri, fisicamente e mentalmente, è ciò che la appaga. Mistress Godiva è uno dei personaggi femminili più conosciuti nel mondo degli "slaves", nell'ambito di una sessualità che prevede appagamento mentale e non fisico.

La Mistress? Non una professione ma un ruolo innato. Ecco perchè a Biella, sua base operativa, sono sempre di più i maschietti che vanno alle sue sessioni. Uomini, il più delle volte benestanti e collocati in posizioni sociali di alto rango, che accettano di essere finanche umiliati per trovare godimento. Perversioni? Tutt'altro, almeno a detta di chi le pratica. E Mistress Godiva, una di quelle ragazze che di certo non passa inosservata per fisico, numero di tatuaggi e piercing sul corpo, è la sacerdotessa che su di loro ha ogni potere. "Nonostante posso sembrare una persona atipica la mia vita è molto pacifica tranquilla e salutista - racconta - mi sveglio al mattino abbastanza presto e se non ho sessioni con i miei slave mi avvio per le mie ore di body building".

Insomma, sembra l'inizio di una mattinata qualunque. Ed invece Mistress Godiva, nell'arco della giornata, trova il tempo per i suoi adepti. Uomini disposti a tutto pur di renderla felice. Dalle sottomissioni alle umiliazioni. "Dopo una bella doccia ed un pranzo sano ed energetico eccomi avviarmi per un'intensa giornata all insegna del bds, mia grande passione e credo". Ed è qui che accade l'incontro coi suoi slaves. Momenti di intimità assoluta, di estrema riservatezza. "In tutto ciò che faccio nella mia vita ci metto l'anima - aggiunge - la sera ho le mie serate dove mi esprimo sul palco con i miei adepti slave sempre con me, in alternativa o riposo o mi dedico alla musica o alle amiche con le quali amo giocare e divertirmi in tutti i modi". Un pizzico di malizia. Naturalmente, senza rinunciare al proprio ruolo. Quello che le calza a pennello e non la abbandona mai.

"La mia filosofia di vita è molto semplice: fai sempre ciò che ti fa stare bene libero e sereno senza limiti o senza pensare al pregiudizio della gente e società. E ogni giorno inventati, rinnovati in ogni cosa così da avere una vita in evoluzione e mai statica. A volte mi fa sorridere la gente vive come fosse eterna senza rendersi conto che cosi reprimendo tutto si muore dentro". Tra i suoi slave non mancano anche alcune donne. Il genere femminile che si prostra ai suoi piedi. Eppure, una schiava femmina è decisamente più complessa da gestire, per via della gelosia morbosa nei confronti della propria padrona:

"Ed allora qui intervengo io con una serie di dominazione celebrale e fisica - aggiunge Mistress Godiva - la slave donna è rara, ma se è devota fa di tutto per compiacere la propria padrona. Si crea un amore platonico verso la donna dominante che può ed ha tutto". Ma una padrona non è solo qualcosa di sublime. E' anche qualcosa da desiderare, con la certezza di non poterlo mai ottenere: "Amo i miei slave, è la loro anima a renderli incredibili. Possiedono in loro uno scrigno, io ho la chiave per estrarre i loro tesori".


Articolo letto: 2741 volte
Categorie: Sesso


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

mistress - slaves - godiva - padrona -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook