Cena della vigilia, pranzo di Natale, pranzo di Santo Stefano: dopo le abbuffate ipercaloriche, sentirsi gonfi e appesantiti non deve sembrare strano.

Aosta
12:00 del 29/12/2016
Scritto da Carmine

Cena della vigilia, pranzo di Natale, pranzo di Santo Stefano: dopo le abbuffate ipercaloriche, sentirsi gonfi e appesantiti non deve sembrare strano. Per rimettersi in forma prima dell'ultimo dell'anno, ecco il regime alimentare per i giorni compresi tra il 26 e il 31 dicembre suggerito Sara Farnetti, specialista in Medicina interna e nutrizionista, intervistata da AdnKronos.

Limitare grassi e carboidrati - Dopo l'overdose di grassi e carboidrati durante i pranzi e le cene di Natale, il primo passo di questa dieta lampo è ridurre le quantità. Assumiamo meno patate, pane e pasta, limitando la presenza di questi alimenti a una volta al giorno, in dosi contenute. Farnetti consiglia di associare in questi pasti verdure amare come il radicchio, la cicoria e i carciofi, alimenti altamente digestivi e disintossicanti. Negli altri pasti via libera a pesce, uova abbinate a verdure di stagione, come broccoli o cavolfiori.

Quando la fame aumenta - L'eccessivo carico a cui lo stomaco viene sottoposto durante le feste fa venire ancora più fame. La nutrizionista consiglia uno spuntino fuori pasto che sazi, ma senza danneggiare il corpo. Ecco che vengono in soccorso le olive, le mandorle, le noci e il cioccolato amaro. Sono alimenti che "ricordano la gratificazione del Natale ma allo stesso tempo controllano l’insulina e riequilibrano gli ormoni, scombussolati dalle grandi mangiate delle feste", sostiene Farnetti.

Esercizio fisico - Le festività non devono essere una scusa per rinunciare all'esercizio fisico. Kat Farrants, fondatrice del Movement For Modern Life, in un'intervista a Elle raccomanda di non rinunciare a una passeggiata per rinfrescarsi e rimettersi in movimento. Sgranchire gambe e braccia dopo tante ore passate a tavola è un toccasana per il corpo.

Depurarsi dall'alcool - I pranzi e le cene natalizi sono innaffiati da generose quantità di alcolici. È naturale sperimentare qualche effetto collaterale nei giorni successivi, che però precedono il più atteso dei brindisi, quello di Capodanno. Per arrivare in forma alla notte del 31 dicembre, la British Nutrition Foundation consiglia di bere molta acqua prima di andare a letto. Mantenersi idratati aiuta a ridurre gli effetti collaterali dell'abuso di alcolici. Per non diminuire anche i nutrienti nel corpo, però, è meglio associare all'acqua anche succhi di frutta e frullati. E non dimenticare di riposare.

Fonte QUI


Articolo letto: 208 volte
Categorie: , Salute


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook