Il gran giorno è fissato per domenica 18 maggio: a tutti i presenti verrà offerta una canna per festeggiare il grande evento. Appuntamento in Piazza IV Novembre…

Milano
16:42 del 28/04/2014
Scritto da Albertone

La prima canna la offre il Club. Le altre, si potranno comprare e fumare liberamente a prezzo modico. Il gran giorno è previsto per domenica 18 maggio. La città all’avanguardia in Italia è Milano. Qui, nella capitale economia del Paese, fumare marijuana e hascisc non sarà più illegale purchè effettuato nei modi e nei luoghi dovuti. E, a seguito dell’ultimo decreto legge del Governo Renzi che attua l’abolizione da parte della Corte Costituzionale della legge Fini-Giovanardi, anche in Italia “fumare” non sarà più fuorilegge.
La prima associazione ad aver ottenuto il via libera è la “Cannabis and peace” di Milano che un po’ per marketing e un po’ per provocare offrirà gratuitamente una canna ad ogni visitatore o cliente che prenderà parte all’inaugurazione. Un’autentica rivoluzione nel nostro Paese destinata a fare da cassa di risonanza. Come detto, sarà anche possibile l’acquisto e la certezza è che i prezzi saranno modici rispetto al mercato.
Costi accessibili, che varieranno dai 7€ al grammo per la marijuana ai 9€ per l’Hascisc. Cannabis and peace sarà un club privato, rivolto esclusivamente ai propri soci. La vendita, e di conseguenza l’acquisto, saranno regolati in Maniera severa. A differenza dei coffee shop olandesi, i club di fumatori di marijuana saranno associazioni senza scopo di lucro. Uno degli obiettivi di questi club è  quello di evitare che il cannabis diventi un business per singoli (come succede con il tabacco) perché, in quel caso, ci sarebbe il rischio della diminuzione della qualità del prodotto. Ma è pur vero che Milano, quando vuole, sa essere il centro del mondo e Piazza IV Novembre si trova nelle immediate vicinanze della stazione centrale. In sostanza, nel cuore pulsante di Milano.
Il luogo naturalmente non è stato scelto a casa e il successo pare essere garantito. Anche perché l’apertura del Club arriva in un momento in cui è accertato che a Milano aumenti in maniera notevole l’uso di marijuana.  
Cifre che dovrebbero far riflettere anche in Italia. Uno studio dell’Asl di Milano rende noti i dati sulla  diffusione delle sostanze stupefacenti nel capoluogo lombardo. Se l’uso di cocaina sta diminuendo, quello di cannabis  negli ultimi tre anni è cresciuto notevolmente. Il 35%, sempre secondo i dati dell’azienda sanitaria, viene fumata dai  ragazzi tra i 15  e i  24 anni,  mentre il 30%  tra i 25 e i 35 anni. Insomma, la clientela potenziale c’è. E non mancano i turisti, o addirittura gli italiani che potrebbero spostarsi da varie parti dell’Italia pur di potersi fumare una canna in compagnia e in santa pace, senza che nessuno dica nulla.
I requisiti per accedere a questi club sono semplici: essere maggiorenni (nella maggior parte avere più di 18 anni), essere consumatori di cannabis ed essere in possesso di una tessera di socio, per i soci terapeutici l’età minima sarà di 14 anni. Per ottenere la tessera di una di queste associazioni è necessario compilare un modulo, dichiarando che si rispetteranno le regole: è vietato lo spaccio e la distribuzione alla criminalità organizzata che la vende per strada.


Articolo letto: 7993 volte
Categorie: Cronaca, Curiosità, Medicina


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

cannabis - club - milano - hascisc - marijuana -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook