Sanzioni? Il cattivo Orban dovrebbe accogliere 306 profughi, il buon Macron in Francia oltre 7mila

Potenza
05:00 del 27/06/2018
Scritto da Carmine

La Francia che parla di sanzioni per chi non accoglie, Macron che dispensa insulti all’Italia, l’Europa che parla di solidarietà.

Ma le cose sono un attimino diverse da come la propaganda europeista comunica. Quando era presidente del Consiglio Matteo Renzi avremo sentito tutti i giorni le proteste dell’allora premier contro Viktor Orban, il presidente ungherese.

Il motivo erano i mai dimenticati “muri”, l’indisponibilità di Budapest a permettere l’ingresso dei migranti sul proprio territorio e, ovvia conseguenza, anche di applicare la cosiddetta “solidarietà europea” sul tema, espressa dai vari piani di ricollocamento dello scorso anno.


Ma le cifre, in realtà, danno ragione a Matteo Salvini, che di recente ha dichiarato: “Se Orban è cattivo, Macron lo è 15 volte di più”.

Il perché è su carta e non è sindacabile: mentre il presidente francese solidale a parole dovrebbe, secondo le cifre sui ricollocamenti stabilite dall’UE, accogliere più di 7mila profughi provenienti dall’Italia, l’Ungheria dovrebbe farne entrare esattamente 306.

Cifre irrisorie, che non giustificano in nessun modo la campagna anti-ungherese del nostro ex presidente del Consiglio, ben guardingo dall’accusare l’Eliseo di inadempienza.

Strano, come mai per 306 profughi si è mobilitata una campagna di sanzioni e per oltre 7mila nessuno fiata?

Da: QUI


Articolo letto: 203 volte
Categorie: , Denunce, Esteri, Sociale


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook