CIBI PER AFFRONTARE IL CAMBIO DELL'ORA - Questa notte si cambia e si ritorna all’ora solare.

Bari
08:00 del 28/10/2019
Scritto da Carla

CIBI PER AFFRONTARE IL CAMBIO DELL'ORA - Questa notte si cambia e si ritorna all’ora solare. Le lancette dell’orologio dovranno essere spostate un’ora indietro. Nei primi giorni successivi al cambio dell’orario per via della riduzione delle ore di luce è facile sentirsi più stanchi, nervosi e avere difficoltà ad addormentarsi. Per contrastare i piccoli fastidi passeggeri può essere utile portare a tavola alcuni cibi che, grazie ai nutrienti preziosi che contengono, possono aiutare l’organismo a rispondere meglio agli stimoli esterni e favorirne l’adattamento ai nuovi ritmi. Con l’aiuto della nutrizionista Sonia Croci, scopriamo quali sono e perché conviene mangiarli.

CIBI PER AFFRONTARE IL CAMBIO DELL'ORA - Per sentirsi meno stanchi e spossati e favorire l’adattamento al nuovo orario, a tavola non devono mancare i cibi ricchi di
magnesio e potassio. «Questi minerali, preziosi per il buon funzionamento del sistema nervoso, aiutano a sostenere il benessere psicofisico dell’organismo e a combattere il senso di spossatezza

Oltre a non esagerare con il tirar tardi la sera, al mattino cercate di esporvi alla luce del sole prima possibile: la luce solare inibirà la melatonina, ormone coinvolto nella regolazione dei ritmi del sonno, e faciliterà l’adattamento al nuovo ciclo.


Inoltre, bere tanta acqua e idratarsi spesso aiuta ad affrontare meglio le giornate improvvisamente più lunghe.

CIBI PER AFFRONTARE IL CAMBIO DELL'ORA - Anche l’alimentazione può dare una mano: innanzitutto in questo periodo di adattamento vanno evitate le abbuffate, i cibi grassi e iperproteici perché potrebbero accelerare la frequenza cardiaca, inibendo il rilassamento. No anche a quelli troppo conditi o ricchi di sodio o glutammato come i dadi da brodo: riaccendono l'attività del sistema simpatico, che in natura rallenta prima del sonno. Cucinate senza sale, utilizzando le spezie come per esempio curry, pepe, paprika.

Alcuni cibi più di altri riescono a contrastare gli effetti negativi derivanti dal passaggio all’ora legale. Si tratta in generale di alimenti che favoriscono un rilassamento naturale, prodotti che contengono l’aminoacido triptofano, sostanza che stimola la produzione di serotonina (un neurotrasmettitore cerebrale definito l’ormone della serenità) e quindi un maggior benessere cerebrale, e di cibi che vengono metabolizzati velocemente, con un minimo sforzo digestivo.

Sono quindi consigliati pasta, orzo, riso, pane, come pure il classico rimedio naturale anti-insonnia, il latte: bevuto caldo prima di andare a dormire, riduce l’acidità gastrica derivante dalla digestione; inoltre contiene sostanze naturali che favoriscono un buon sonno. Con il latte caldo sono consentiti un cucchiaino di miele e anche un paio di biscotti, ma niente cioccolato o cacao.

Chi non ama il latte o non lo può bere, sono estremamente rilassanti tisane e infusi a base di estratti naturali come la camomilla, la valeriana, la melissa e la passiflora.

Aiutano lo sviluppo di serotonina anche alimenti contenenti zuccheri semplici come per esempio la frutta dolce (datteri, banane, mango) e verdure – in particolare sono consigliati lattuga, patate, barbabietola, radicchio rosso, aglio, rape e cavoli.


Articolo letto: 237 volte
Categorie: , Cucina, Salute


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook