Qui il discorso si fa complicato. Per due ragioni: intanto perché c’è molto da vedere e poi perché bisogna avere chiara la conformazione urbanistica della zona prima di avventurarsi per la città (anzi, come vedremo: le città)

Genova
21:00 del 20/06/2018
Scritto da Gerardo

COSA VEDERE MIAMI - Qui il discorso si fa complicato. Per due ragioni: intanto perché c’è molto da vedere e poi perché bisogna avere chiara la conformazione urbanistica della zona prima di avventurarsi per la città (anzi, come vedremo: le città)
COSA VEDERE MIAMI - La prima cosa da sapere è che Miami e Miami Beach sono due città distinte della Florida, collegate da quattro ponti (Miami Beach è in realtà un’isola), che hanno personalità e usanze abbastanza diverse. Se Miami Beach è spiagge chilometriche, ragazze in bikini, notti folli, giovanotti a torso nudo che corrono in bici, corrono su skate board, corrono con i roller blades… Miami è più “tradizionale”.
I turisti il più delle volte si concentrano su Miami Beach (anzi, a essere più precisi, solo su un suo quartiere, South Beach) per ovvi motivi ma, potendo, consigliamo vivamente qualche puntata al di là dei ponti.


COSA VEDERE MIAMI - Iniziamo con la città di Miami, una delle più piccole tra le principali città degli Stati Uniti. La Miami “moderna”, nasce nel 1896 grazie a Julia Tuttle e a Henry Flagler. La sua estensione attuale è di 143 km quadrati (di cui 92 su terra e 51 di acqua), con una popolazione di circa 420’000 abitanti (20% afroamericani, 72% bianchi, di cui solo 12% di origine non ispanica).
Miami è perciò una citta densamente popolata e decisamente multietnica (numerosi anche gli europei residenti, primi fra tutti i francesi e con i russi in grande aumento). Da un’indagine del 2000 venne stabilito che il 66% della popolazione parlava come prima lingua lo spagnolo (grazie anche alla presenza di immigrati cubani, molti dei quali naturalizzati americani) e il 25% inglese. Un vero melting pot!


  • una passeggiata al tramonto al South Pointe Park, costeggiando il mare e, se avete fortuna, vedendo le grandi navi da crociera salpare tutte illuminate dal porto di Miami. Volendo potete aggiungervi un aperitivo da Monty’s
  • un giro notturno (meglio il venerdì o il sabato sera) lungo Ocean Drive, gustando un gelato o fermandovi a bere un long drink alla moda
  • una vera colazione all’americana: uova, bacon, patate, pomodori al forno, pankakes o french toast e, per i più salutisti, yogurt, frutta etc. Avete solo l’imbarazzo della scelta su dove consumarla, noi consigliamo Diner sulla Washington
  • una bella scarpinata attraverso il Deco District, meglio se in orari freschi. Vedrete un’architettura notevole, dalle basse palazzine pitturate con colori pastello ai grandi hotel storici che hanno contribuito alla fama di South Beach
  • quattro passi su Lincoln Road, per un po’ di shopping, o anche solo per bersi un caffe e guardare la gente passare

Questi sono i must della prima volta a Miami Beach, naturalmente si possono variare a seconda degli interessi (io per esempio sostituirei il giro su Lincoln Road con una serata alla New World Symphony).

Avendo più tempo e ritornando più volte, ci sono molte altre cose da fare e vedere a Miami e Miami Beach.

 


Articolo letto: 722 volte
Categorie: , Luoghi da visitare


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook