Loro sono Antonio Vannucci ed Eugenia Baldi, hanno un bar a Montignoso e sono coraggiosi perché, in tempo di crisi, hanno fatto la scelta controcorrente di “liberare” il loro locale dalle slot machine

Massa Carrara
10:45 del 06/11/2015
Scritto da Luca

Loro sono Antonio Vannucci ed Eugenia Baldi, hanno un bar a Montignoso e sono coraggiosi perché, in tempo di crisi, hanno fatto la scelta controcorrente di “liberare” il loro locale dalle slot machine, rimpiazzandole con biliardino e juke box.

«Nel nostro bar non vogliamo più vedere clienti che si rovinano», giustificano così la loro scelta. Purtroppo però i clienti giocatori si sono subito trasferiti altrove (tipo nelle due sale slot aperte da poco, poco distanti dal bar), facendo perdere ai due coniugi una somma di denaro abbastanza grande da poterci pagare l’affitto del locale e poter mettere qualcosa da parte.

Per fortuna la loro ardua scelta, negli ultimi anni, è stata intrapresa da un numero crescente di gestori. Mi auguro davvero che le persone apprezzino sempre di più la “liberazione” dal gioco d’azzardo. E magari, perché no, che lo Stato molto presto possa premiare a livello fiscale una simile condotta, anziché mangiare sulle dipendenze delle persone. Voi che ne pensate? Condividete la loro storia se siete d’accordo con me! Nel frattempo vi aspetto al Bar Bonotti di Antonio ed Eugenia, per un cornetto e un cappuccino!


Articolo letto: 951 volte
Categorie: Cronaca


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

Slot machine - bar - fortuna - economia -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook