Maxi evasione dei ricchi, ma il governo vuole che denunci il panettiere che non ti fa lo scontrino! Lo stato italiano si dovrebbe solo vergognare di ciò che afferma in tv.

Udine
10:43 del 13/02/2015
Scritto da Gerardo

Valentino Rossi, uno dei personaggi pubblici più pagati nel mondo dello sport, evade le tasse. Concordati fiscali e adesioni ai condoni deliberati durante il governo Berlusconi consentono a tutti (chiaramente tutti quelli che hanno la possibilità di evadere il fisco, non certo i lavoratori dipendenti) di usufruire di tali escamotage. Sono procedure per cui senza arrivare al contenzioso i contribuenti possono accordarsi pagando una parte di quanto dovuto, con sconti su sanzioni.

Addirittura è prevista la possibilità di pagare una certa cifra impedendo all'agenzia delle entrate di proseguire nell'accertamento del reddito. Valentino Rossi ha deciso di chiedere la procedura di accertamento con adesione. La collaborazione fornita dal pilota ha permesso di rideterminare l'ammontare dei compensi percepiti e di individuare le sue prestazioni in Italia, per poter calcolare le imposte effettivamente dovute e per poter escludere quelle che sono state rese all'estero. Grazie al procedimento di accertamento con adesione le sanzioni, che di conseguenza sono state emesse nella misura minima, sono state pari a 4,8 milioni di euro, cioè un quarto del minimo. Il caso di Valentino Rossi è solo il più eclatante: i governi che si sono susseguiti da 30 anni a questa parte hanno emesso delle norme giuridiche ad hoc per permettere l’evasione fiscale (dei ricchi).

Da questo si evince che i più grandi evasori fiscali non sono i piccoli imprenditori/commercianti/professionisti... ma sono i grandi, appunto e sono quelli che andrebbero presi, non il povero installatore di scaldabagni..suvvia, ci sembra un'assurdità. Siamo per il rispetto della legge, ma soprattutto per il rispetto dei cittadini. I cittadini non vengono rispettati, pagano tasse su tasse ogni anno sempre più alte..e devono pure farsi la lotta tra loro?

Se lo Stato PERMETTE le grandi evasioni fiscali (perché lo permette) per poi mostrarci al TG che hanno beccato questo e quello..si tratta solo di una tecnica adottata dallo stesso Stato per lobotomizzare ancor più gli italiani e mettere loro in testa che se il panettiere non fa lo scontrino per un euro, devono denunciarlo..e magari il povero panettiere non ce la fa neanche a pagare tutte le spese con quello che guadagna. La morale è: devono pagare coloro che navigano nell'oro, non chi cerca di essere onesto il più possibile senza morire di fame, ma guadagnando quel minimo che gli serve per campare.


Articolo letto: 1936 volte
Categorie: Economia


Domanda Rank Italia
Cosa ne pensi di Valentino Rossi evasore?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Alberto

13/02/2015 11:11:21
Ma insomma, pensate che Valentino non avrà consulenti a sua disposizione, legali etc... che lo consigliano su cosa e meglio da fare nel suo interesse?..... mi sembra che non è un cretino lui ne tanto meno i suoi collaboratori... Cmq se non ci fossero tutte queste leggi sul fisco, e fossero un tantino più flessibili gli investimenti non li farebbero all’estero!!
4

Maria

13/02/2015 11:11:04
E' sufficiente pensare che lo stesso giorno in cui è saltata fuori la vicenda della sua maxi evasione, in Alto Adige è deceduto sul lavoro un povero ragazzo di 16 anni. Faceva il traboccante in Estate per racimolare qualche soldino, per mantenersi gli studi al Liceo d'Inverno. Lui, il ragazzo, non solo ha pagato tutte le tasse, ma ha dato la vita. Servono altri commenti ?!?
5

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook