I partiti del grande inciucio aspetteranno fino al mese prima della fine della legislatura per fare la legge elettorale, e la faranno in base ai sondaggi politici più attendibili. Dovranno capire quale premio di maggioranza assegnare alla coalizione per far fuori il M5S.

Roma
09:00 del 27/04/2017
Scritto da Carmine

I partiti del grande inciucio aspetteranno fino al mese prima della fine della legislatura per fare la legge elettorale, e la faranno in base ai sondaggi politici più attendibili. Dovranno capire quale premio di maggioranza assegnare alla coalizione per far fuori il M5S.

Questo è chiarissimo, tutto il resto è solo fuffa

Questa storia della legge elettorale sembra proprio una barzelletta. Fategli fare una legge per un loro vantaggio ed in men che non si dica la tirano fuori subito come un giocoliere tira fuori dal cilindro il coniglietto ed in un amen l' approvano. Probabilmente la presa in giro ha già superato da tanto tempo la sopportabilità. Ma guarda un po' a cosa bisogna assistere

Una legge, una legge elettorale per il mio regno. Quante volte ho sentito questa richiesta : una legge elettorale equa, giusta e democratica buona per tutte le stagioni e non per sopprimere la forza politica che non piace ai potenti esteri e nostrani. Mattarella vuole che le forze politiche agiscano e facciano il proprio dovere o invece provvedano celermente ad ubbidire agli ordini che ci vengono da qualche organo sovranazionale ?


Sono passati 136 giorni da quando il capo dello Stato, dopo aver dato il mandato al nuovo presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, ha sottolineato la necessità di un nuovo sistema elettorale. Ne sono passati anche di più dalla serata del referendum costituzionale, nel corso della quale tutti i partiti giuravano che serviva una nuova legge fingendo di voler andare alle elezioni politiche il prima possibile. Mentre la discussione su un sistema elettorale degno di questo nome galleggia come un sughero in commissione Affari Costituzionali, alla Camera, Mattarella è costretto a chiamare i presidenti delle Camere perché dicano ai partiti che è l’ora di muoversi perché finora il risultato è zero assoluto. Per dirla con il comunicato del Quirinale, più esattamente, “il capo dello Stato ha sottolineato l’esigenza che il Parlamento provveda sollecitamente al compimento di due importanti adempimenti istituzionali”. Oltra alla legge elettorale, anche l’elezione di un giudice della Corte Costituzionale. Piero Grasso e Laura Boldrini, quindi, dovranno “rappresentare ai rispettivi gruppi parlamentari l’urgenza che rivestono entrambe le questioni per il funzionamento del nostro sistema istituzionale“.


Articolo letto: 322 volte
Categorie: , Denunce, Politica


Domanda Rank Italia
Cosa ne pensi di Sergio Mattarella?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Paolo

27/04/2017 11:34:00
Mattarella ormai hai dato puoi pure dimetterti e goderti la pensione da principe dai spazio hai giovani poi i partiti italiani sono tutti con pinocchio .
6

Romolo

27/04/2017 10:56:22
Il Matta ci costa 657 mila euro al giorno, ogni tanto deve dare segnali di vita
5

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook