- Oggi i riflettori si accendono di nuovo su un tema a lungo discusso, gli effetti (nocivi) sulla salute di un consumo eccessivo di carne rossa e della carne processata (cioè quella lavorata e conservata, come salumi, salsicce e wurstel), quella che fa più male.

Bari
18:20 del 02/10/2019
Scritto da Samuele

LA CARNE ROSSA FA DAVVERO MALE? - Oggi i riflettori si accendono di nuovo su un tema a lungo discusso, gli effetti (nocivi) sulla salute di un consumo eccessivo di carne rossa e della carne processata (cioè quella lavorata e conservata, come salumi, salsicce e wurstel), quella che fa più male. Un nuovo studio controcorrente, infatti, indica che interrompere il consumo di queste carni non sembra apportare dei benefici importanti per salute. Anzi i vantaggi dell’esclusione di questi alimenti sarebbero piccoli se non nulli. Ad affermarlo è un panel internazionale di esperti, che ha condotto una serie di revisioni scientifiche su questo argomento. I loro risultati, pubblicati sugli Annals of Internal Medicine, contengono nuove linee guida sull’alimentazione. E indicano che in generale non bisogna demonizzare il consumo della carne rossa, eliminandola completamente. Il dibattito rimane aperto e ad oggi le raccomandazioni sul consumo della carne sono le seguenti

LA CARNE ROSSA FA DAVVERO MALE? - La carne rossa comprende manzo, agnello, maiale, vitello e selvaggina. La carne trasformata come pancetta, salsicce, hot dog, salame, carne in scatola, patè e prosciutto è stata modificata per prolungarne la durata o per modificarne il gusto.Una delle preoccupazioni principali riguarda il cancro all’intestino. L’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro dell’Organizzazione mondiale della sanità ha creato allarme in tutto il mondo quando ha affermato che in particolare le carni trasformate causano il cancro.


LA CARNE ROSSA FA DAVVERO MALE? - Secondo degli studi, le carni rosse o trasformate causano il 21% dei tumori intestinali e il 3% di tutti i tumori.L’Agenzia ha sostenuto anche che le carni rosse sono “probabilmente cancerogene” ma che c’erano prove limitate. Sono stati anche avanzati collegamenti con la salute del cuore e con il diabete di tipo 2.I ricercatori – guidati dalla Dalhousie University e dalla McMaster University in Canada – hanno esaminato le stesse prove che altri colleghi avevano già visto prima.I risultati, pubblicati negli Annals of Internal Medicine, suggeriscono che se 1.000 persone consumano tre porzioni di carne rossa o trasformata in meno ogni settimana per: una vita, ci sarebbero sette morti in meno per cancro 11 anni, ci sarebbero quattro morti in meno per malattie cardiache E se ogni settimana per 11 anni, 1.000 persone rinunciano a tre porzioni di: carne rossa, ci sarebbero sei meno casi di diabete di tipo 2 carne trasformata, ci sarebbero 12 meno casi di diabete di tipo 2.I rischi segnalati sono sostanzialmente simili a quanto è stato avanzato prima, ma l’interpretazione di ciò che significano è radicalmente diversa.I ricercatori sostengono che i rischi non sono così elevati: le prove sono così deboli che non possono essere sicuri che i rischi siano reali. “La scelta giusta per la maggior parte delle persone, ma non per tutti, è quella di continuare il consumo di carne”, ha detto alla Bbc, il professor Bradley Johnston, uno dei ricercatori. “Non stiamo dicendo che non vi è alcun rischio, stiamo dicendo che ci sono solo prove di scarsa certezza in merito ad una riduzione molto piccola del cancro e di altre conseguenze negative per la salute che deriverebbero dalla riduzione del consumo di carne rossa”, ha sottolineato.Kevin McConway, professore emerito di statistica applicata alla Open University, ha definito lo studio un “lavoro estremamente completo”.E il prof David Spiegelhalter, dell’Università di Cambridge, ha dichiarato: “Questa recensione rigorosa, anche spietata, non trova buone prove di importanti benefici per la salute derivanti dalla riduzione del consumo di carne”. “In effetti, non trova alcuna buona prova”, ha aggiunto.Ma i funzionari della Salute pubblica del Regno Unito non sono d’accordo e hanno dichiarato alla Bbc di non avere intenzione di rivedere le loro linee guida sulla limitazione dell’assunzione di carne.


Articolo letto: 213 volte
Categorie: , Salute


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook