Nel 2016 gli italiani, malgrado crisi e problemi economici, si sono giocati quasi 96 miliardi di euro (nel 2015 erano stati 88,2 mld) tra scommesse, lotterie, giochi istantanei, slot, bingo, lotto e quant’altro presenta l’offerta pubblica e ufficiale dello Stato tra online (21,2 mld) o rete fisica (74,7 mld).

Torino
09:26 del 15/04/2017
Scritto da Sasha

In Italia giocare paga e paga bene, sicuramente “gode” lo Stato che certo non si può lamentare. Sale slot, gratta e vinci, lotterie e videopoker sono diventati una vera e propria piaga nel nostro paese, con un costo sociale enorme che va da quello diretto della terapia a quello indiretto come l’assenza del posto di lavoro, i conflitti familiari, ecc. L’Italia detiene il triste primato di paese europeo dove si gioca di più, e rappresenta il quarto mercato mondiale per la raccolta più elevata. In testa Stati Uniti, Cina e Giappone.

Nel 2016 gli italiani, malgrado crisi e problemi economici, si sono giocati quasi 96 miliardi di euro (nel 2015 erano stati 88,2 mld) tra scommesse, lotterie, giochi istantanei, slot, bingo, lotto e quant’altro presenta l’offerta pubblica e ufficiale dello Stato tra online (21,2 mld) o rete fisica (74,7 mld). Sono i dati ufficiali forniti dal Libro Blu sui giochi, all’interno del testo “Organizzazione, attività e statistica dell’Agenzia delle Dogane – Anno 2016”.


Un incremento che ha riguardato soprattutto slot e videolottery che da sole versano 5,85 miliardi. Nelle slot sono finiti 26,3 miliardi (+1,3%), mentre nelle Vlt, dove si può spendere di più, 22,8 miliardi (+2,7%).

Ma altri settori dell’azzardo vanno ancora meglio. La crescita maggiore è arrivata infatti dal Superenalotto che con 1,6 miliardi, cresce del 52% rispetto al miliardo del 2015. Effetto della lunga attesa del 6, arrivato alla fine a 163 milioni vinti in provincia di Vibo Valentia.

La “spesa complessiva”, ovvero quanto si è “perso” globalmente al netto delle vincite è stata di 19 miliardi (pari al 20% della raccolta totale), con un gettito erariale di circa 10,5 mld, che corrisponde al 54% della “spesa” ed è in aumento di circa il 24% sul 2015.

Inoltre, 8,9 miliardi è il “volume d’affari”, ovvero il ricavato per la filiera delle aziende al netto delle imposte. Infine, nelle tasche dei fortunati che hanno vinto sono tornati circa 76,9 mld (erano 71,1 mld nel 2014).

Da: QUI


Articolo letto: 421 volte
Categorie: , Cronaca, Denunce, Salute


Domanda Rank Italia
Cosa ne pensi dei giochi d'azzardo in Italia?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Paolo

17/04/2017 15:49:10
I giochi d'azzardo in italia portano solo alla rovina della gende è lo stato gode salla dipendenza dei cittadini
7

Savino

15/04/2017 09:42:35
Lo stato e le istituzioni non pensano al bene del paese lo vogliono sempre più povero e con sempre più famiglie di poveri e la povertà quando non c'è la inventano puntando sulla macchina desiderante che è l'uomo
3

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook