Madri che uccidono i figli: ma cosa passa per la loro testa? | L'analisi di Italiano Sveglia

Caltanissetta
12:25 del 13/12/2014
Scritto da Gerardo

Ultimamente in tv sentiamo sempre più spesso di madri che uccidono i loro bambini. Quando una madre uccide i figli è sempre in un raptus momentaneo,in cui perde lucidità,magari perché sotto stress,con gli ormoni sballati (9 mesi in amenorrea,sebbene fisiologica,non sono una passeggiata,la depressione è dietro l'angolo e i nervi sono costantemente a fior di pelle).E' come una sindrome premestruale prolungata,se hai una sorella,un'amica o una fidanzata dovresti sapere come sono in quei giorni...immagina una persona che è già geneticamente predisposta alla depressione. Gli ormoni giocano un ruolo centrale in questo senso! Questo soprattutto nei casi (la maggioranza) in cui i bambini sono molto piccoli. Negli altri casi molto probabilmente dietro ci sono disturbi mentali,come schizofrenia paranoide e patologie mentali affini.

Crediamo che sia evidente che non stiamo parlando di persone 'lucide' o meglio, parliamo di persone in difficoltà e sole! La depressione post partum è dovuta a forti cambiamenti ormonali ma è pur sempre depressione con tutte le conseguenze che questa orribile malattia porta con sè e può arrivare ad avere effetti 'degeneri' come l'infanticidio; La cosa più spaventosa è la solitudine di queste donne, ma oltre a questo crediamo che qualche responsabilità ce l'abbia anche il nostro servizio sanitario che nell'assistenza post-parto troviamo sia molto deficitario.

Le donne, una volta mandate a casa sono lasciate SOLE ad affrontare tante piccole cose che messe insieme sembrano insormontabili e per le quali basterebbe avere qualcuno con esperienza con cui poter parlare liberamente; all'inizio si hanno dubbi anche su come cambiare un pannolino o come tenere in braccio il proprio bimbo e non tutte le donne hanno la possibilità di confrontarsi con madri o suocere o semplicemente altre donne che hanno avuto le stesse difficoltà! In generale comunque, bisognerebbe diffondere la cultura della prevenzione, bisognerebbe iniziare a parlare di cose che si tendono ad 'affossare' per vergogna o ignoranza o timore di chissà cosa; se si iniziasse a pensare che la prima cura di un bambino è prendersi cura della sua mamma, forse qualcosa di buono si potrebbe fare e soprattutto potremmo prevenire queste disgrazie.

Solitamente queste sono donne con dei problemi a livello psichiatrico più o meno noti. Dobbiamo sempre guardare il contesto in cui accadono le cose. Apparentemente tutto tranquillo (soprattutto a sentire familiari e vicini menefreghisti) poi però guardate caso saltano fuori psicofarmaci, sedute mancate dallo psicologo, spesso depressione post partum molto trascurata o peggio ancora negata.


Articolo letto: 1526 volte
Categorie: Cronaca, Denunce, Editoria, Sociale


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

Madri assassine - delitti madri -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook