Luna nera parlerà di donne accusate di stregoneria. “È ancora alle primissime fasi però lo vediamo con una serie di genere incentrata sui personaggi femminili, una cosa che non è stata fatta molto in questa regione“, ha raccontato Kelly Luegenbiehl, vicepresident International Originals di Netflix.

Bologna
06:30 del 21/04/2018
Scritto da Gregorio

È stato uno degli annunci più importanti della giornata romana che Netflix ha dedicato ai giornalisti europei per rivelare ciò che ci aspetta tra 2018 e 2019: la piattaforma di streaming sta infatti lavorando a una nuova serie tv italiana, dopo Suburra (di cui si attende la seconda stagione) e Baby, le cui riprese sono iniziate da pochi giorni. Il suo titolo è Luna nera ed ecco tutto quello che sappiamo a riguardo.


La storia Luna nera parlerà di donne accusate di stregoneria. “È ancora alle primissime fasi però lo vediamo con una serie di genere incentrata sui personaggi femminili, una cosa che non è stata fatta molto in questa regione“, ha raccontato Kelly Luegenbiehl, vicepresident International Originals di Netflix. “Stavamo cercando una serie che non fosse strettamente legata a temi come la mafia, la politica e la religione“.

“Quello che vogliamo fare“, ha continuato il vicepresidente degli International Originals di Netlix Erik Barmack, “è creare contenuti differenti in ogni mercato di riferimento. In Italia prima abbiamo avuto Suburra e ora lavoriamo a Juventus, Baby e infine a Luna nera: nel tempo cerchiamo di coprire generi diversi“.


L’ambientazione Parlando di stregoneria, il contesto storico naturale è il 17esimo secolo, quindi dovremo aspettarci una serie in costume. Eppure, ha continuato Luegenbiehl, “sarà la nostra interpretazione di quell’epoca: un period drama con riferimenti alla contemporaneità“. Nella mente scatta subito l’immagine di Handmaid’s Tale, con tutti i suoi riferimenti all’attualità seppur l’ambientazione sia in un futuro distopico.

Chi sono i nomi coinvolti Luna nera, è tratta da un manoscritto non pubblicato di Tiziana Triana, che ne curerà la realizzazione insieme a Francesca Manieri (Il miracolo, Smetto quando voglio: Ad honorem) e Laura Paolucci (Diaz, Gomorra – La serie). Triana è editor della narrativa italiana di Fandango libri e la produzione vede coinvolta proprio Fandango.

Da: QUI


Articolo letto: 267 volte
Categorie: , Cinema


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook