Un'associazione antimafia ha chiesto al comune di Siracusa di intitolare una strada a Peppino Impastato: troppa ostilità nei loro confronti

Siracusa
12:19 del 29/12/2014
Scritto da Gerardo

In Italia sono poche le persone che seriamente cercano di lottare e di contrastare la criminalità organizzata. Il problema è che molti hanno paura, tanti decidono di non schierarsi perché non considerano questo problema una priorità o, forse, perché non hanno mai avuto occasione di avere a che fare con le organizzazioni criminali.

L'impegno delle istituzioni e delle forze dell'ordine non basta. C'è bisogno anche dei cittadini che devono dimostrare di voler debellare il fenomeno mafioso. Se tutti i cittadini in questi anni avessero lottato con forza contro la criminalità forse il fenomeno sarebbe stato, se non eliminato, quantomeno ridimensionato.

A Siracusa c'è un'associazione che da tempo si impegna sul fronte antimafia cercando, con tante interessanti iniziative, di diffondere la cultura della legalità in zone anche a forte rischio. Stiamo parlando dell'associazione Cento Passi che ha avviato una raccolta firme per chiedere al comune di Siracusa che venga intitolata a Peppino Impastato, giornalista ucciso nel 1978 dalla mafia, una strada della città. Attorno a loro, però, si respira un'aria di ostilità, con minacce e atti intimidatori che hanno fatto sorgere il dubbio sull'importanza che ha per la gente la lotta alla criminalità organizzata.


Articolo letto: 1264 volte
Categorie: Cronaca, Cultura, Politica, Sociale


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook