Un nuovo studio dell’Università di Harvard mostra come il latte pastorizzato prodotto dalle latterie industriali sia collegato a causare tumori ormono-dipendenti.

Firenze
06:30 del 05/09/2018
Scritto da Gerardo

Un nuovo studio dell’Università di Harvard mostra come il latte pastorizzato prodotto dalle latterie industriali sia collegato a causare tumori ormono-dipendenti.

La verità ha ancora una volta scosso le fondamenta della “American Tower of Babel” che è la scienza ufficiale, con un nuovo studio dell’Università di Harvard che mostra come il latte pastorizzato prodotto dalle latterie industriali sia collegato a causare tumori ormono-dipendenti. Si scopre che il modello CAFO (concentrato di alimentazione animale) per allevare mucche negli allevamenti intensivi produce latte con livelli pericolosamente alti di estrone solfato, un composto di estrogeni legato a tumori del testicolo, della prostata e della mammella.


Il dott. Ganmaa Davaasambuu, Ph.D., ei suoi colleghi hanno identificato specificamente il “latte dei moderni caseifici” come il colpevole, riferendosi alle operazioni di confinamento su larga scala in cui le mucche vengono munte 300 giorni all’anno, anche mentre sono in stato di gravidanza. Rispetto al latte crudo della sua Mongolia natia, che viene estratto solo durante i primi sei mesi dopo che le mucche hanno già dato alla luce, nel latte di fabbrica pastorizzato è stato trovato fino a 33 volte più solfato di estrone.

Il legame latte pastorizzato – cancro

Valutando i dati provenienti da tutto il mondo, il dott. Davaasambuu e i suoi colleghi hanno identificato un chiaro legame tra il consumo di tale latte ad alto ormone e alti tassi di tumori ormono-dipendenti. In altre parole, contrariamente a quanto ritengono i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC), il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti (USDA) e la lobby del latte convenzionale, il latte trasformato proveniente dalle fattorie non è un prodotto per la salute, e è direttamente implicato nel causare il cancro.

“Il latte che beviamo oggi è molto diverso dal latte che i nostri antenati hanno bevuto” senza danni apparenti per 2.000 anni, ha dichiarato il dott. Davaasambuu alla Gazzetta di Harvard. “Il latte che beviamo oggi potrebbe non essere il cibo perfetto della natura.”

Nel frattempo, il latte crudo, nutrito con erbe, proveniente da mucche munte nei tempi giusti, è collegato al miglioramento della digestione, alla guarigione dei disordini autoimmuni e al miglioramento dell’immunità, che può aiutare a prevenire il cancro. Anche se non lo ascolterai mai dai media tradizionali, tutto il latte non è lo stesso – il modo in cui una mucca viene allevata, quando viene munta, e il modo in cui il suo latte viene manipolato e lavorato fa la differenza se alla fine il prodotto promuove la salute o la morte.

Da: QUI

 


Articolo letto: 509 volte
Categorie: , Ambiente, Denunce, Salute


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook