Las Vegas nasce quando, nel 1902, viene inaugurato il tratto ferroviario che collega Salt Lake City a Los Angeles.

Reggio Calabria
21:30 del 21/06/2018
Scritto da Gregorio

COSA VEDERE LAS VEGAS -Nella sfavillante, pacchiana ed eccessiva assurdutà di Las Vegas c’è posto per tutti in un variopinto guazzabuglio di celebrities, studenti, futuri sposi, cheer leader, donne e uomini d’affari, pensionati, gipsy compleanni, turisti e chi più ne ha, più ne metta. Ma non importa se vi siete aggirati per giorni con simil vuvuzuela piene di alcool legate al collo (diversi drink a strati), avete frequentato bordelli, vi siete sposati nella follia del momento o vi siete giocati fino all’ultimo centesimo al casinò, perchè what happens in Vegas, stays in Vegas!

QUANDO NASCE LAS VEGAS

Las Vegas nasce quando, nel 1902, viene inaugurato il tratto ferroviario che collega Salt Lake City a Los Angeles. Nel ’31 viene legalizzato il gioco d’azzardo e nel ’46 viene inaugurato il Flamingo, il più vecchio resort ancora esistente sulla Strip, fondato dal gangster Ben “Bugsy” Siegel. Da qui in poi l’espansione di Las Vegas è sotto agli occhi di tutti.

COME ARRIVARE A LAS VEGAS

Potete arrivare a Las Vegas in aereo ed atterrare al Las Vegas McCarran, che è il principale aeroporto iternazionale che serve la città, oppure – come ho fatto io – con dei comodissimi bus. Come vi ho raccontato nell’articolo dedicato a Los Angeles, prima tappa del mio tour negli Stati Uniti, ho fatto la tratta Los Angeles – Las Vegas con MegaBus, che vi lascerà alla Union Station al terminal degli autobus South Strip Transfer Terminal di Las Vegas.


COSA VEDERE LAS VEGAS -Casinò di Las Vegas

Qui sotto presenteremo una veloce descrizione dei principali hotel – casinò di Las Vegas. Per una dettagliata descrizione vi rimandiamo alla pagina riservata Casinò di Las Vegas.

  • Bellagio. Il Bellagio è costruito nello stesso stile delle ville del Lago di Como ed è riconoscibile per le sue imperdibili fontane che sul lago artificiale di fronte l’albergo propongono degli spettacoli d’acqua assolutamente da non perdere.
  • Caesars Palace. Diversamente da come si può facilmente dedurre dal nome, l’Imperatore Cesare non è il soggetto del Caesars Palace. Il celebre hotel casinò Caesars Palace infatti è ispirato al mondo Greco-Romano.
  • The Venetian. Il The Venetian è un enorme albergo ispirato alla città di Venezia. Al suo interno vi è una riproduzione della unica città italiana con tutti i suoi particolari come: il celebre campanile, i campi ed i canali, le gondole con i canti dei gondolieri, il ponte di Rialto, ed addirittura affreschi lungo tutte le ricostruzioni degli edifici veneziani.
  • Luxor Hotel. Il Luxor è un hotel casinò di 30 piani in stile egizio. Ha una forma  piramidale in vetro nero con statue egiziane tra cui non può mancare la famosa Sfinge.
  • Excalibur Hotel & Casinò. L’Excalibur è un hotel, o un castello, in stile medievale con ponte levatoio e torri merlate solitamente per i turisti a basso budget.
  • MGM Grand. L’MGM Grand con le sue oltre 5000 stanze in stile Holliwoodiano è il più grande hotel di tutta Las Vegas e tra i più grandi di tutto il mondo. Al suo interno ospita il più grande casinò di Las Vegas.
  • Mandalay Bay Resort & Casinò. Il Mandalay Bay Resort è costituito da un imponente serie di edifici in vetro dorato che richiamano lo stile asiatico.
  • New York New York Hotel & Casinò. Il New York New York è una riproduzione della mitica Grande Mela. Questa miniatura della metropoli americana è composta da un insieme di costruzioni che replicano nei minimi dettagli gli edifici più importanti di New York, come la famosa Statua della Libertà, l’Empire State Building e il Ponte di Brooklyn. Al suo interno, invece, vi è una ricostruzione del Central Park e delle strade di New York.
  • Paris Las Vegas. Il Paris evoca l’allegria della stupenda città francese, Parigi, e cerca di catturare l’essenza delle grandi dame parigine ricostruendo dettagliatamente lo stile e la cultura francese.
  • The Mirage e Treasure Island. Il The Mirage è un hotel-casinò che si rifà al tema della Polinesia e dell’arte polinesiana. Al suo esterno è stato ricostruito un parco vero e proprio, con palme e un vulcano alto oltre 16 metri che simula un’eruzione tutte le sere dopo il tramonto ogni 15 minuti con lava e fiamme. Il Treasure Island o TI, invece, riprende l’atmosfera “piratesca” tanto da avere la ricostruzione di un galeone pirata e una fregata britannica, con ciurme che continuamente combattono al suo esterno. Ora, il tema piratesco originario, per attirare bambini e famiglie, è stato “denudato” e ha lasciato spazio a deliziose sirene e bucanieri in abiti decisamente succinti.
  • Il Wynn Las Vegas con il suo fratello più recente Encore nascono dalle ceneri del Desert Inn ed è allo stesso livello di lusso del Bellagio con la differenza che l’eleganza europea ha lasciato spazio al fascino asiatico.
  • Lo Stratosphere con i sui 350 metri d’altezza è l’edificio più alto di Las Vegas e ad ovest del “Padre delle acque” o più facilmente del Mississippi, ed è la seconda torre di osservazione più alta dell’intero emisfero ovest, preceduta solo dalla CN Tower di Toronto in Canada.
  • Il Planet Hollywood nasce dalle ceneri dell’ex Aladdin e a differenza dal nome non ha niente a che vedere con l’omonima catena americana di ristoranti. Come tutti gli hotel casinò di ultima generazione si rivolge ai giovani e si distingue per gli interni estremamente vistosi. Il tema su cui si basa il Planet Hollywood è ovviamente la città di Hollywood e il mondo cinematografico che essa rappresenta. Non a caso, ogni stanza è una rappresentazione di un famoso “film hollywoodiano”.


COSA VEDERE LAS VEGAS -Attrazioni di Las Vegas

Downtown e Fremont Street Experience

Prima della creazione de La Strip, il quartiere centrale di Las Vegas era il Downtown. Si trova nel centro della valle di Las Vegas appena a nord del La Strip e la via principale è la Fremont Street. Come La Strip, Fremont Street è una via particolare. Era il centro del gioco d’azzardo e anch’essa dispone di una vasta varietà di hotel e grattacieli, ristoranti, centri culturali, edifici storici ed istituzioni governative, nonché centri commerciali. Piena di gente allegra, personaggi strani con travestimenti di ogni genere, musicisti, camerieri lungo i marciapiedi, e giocolieri… non si discosta molto dalla più moderna Strip. Un’altra caratteristica principale di questa zona di Las Vegas è il Fremont East Entertainment District. In questo quartiere si possono trovare una gamma eclettica di bar, club, ristoranti, locali notturni e l’attrazione principale, ovvero, la Fremont Street Experience. Questa è una via ricoperta da una tettoia lunghissima coperta da migliaia di luci colorate e suoni che rendono il posto sfavillante. Inoltre, la parte dell’Arts District è la zona artistica della città con il suo mix di gallerie d’arte, studi e negozi. Molti negozi di questo quartiere offrono oggetti d’antiquariato, abbigliamento vintage, mobili o arredi e altri oggetti da collezione.

Little White Wedding Chapel

La Little White Wedding Chapel molto brevemente è la Cappella simbolo dei matrimoni di Las Vegas. In questa Cappella si sono sposate moltissime stelle di Hollywood, oltre a numerosissime persone comuni.

Atomic Testing Museum

L’Atomic Testing Museum è un museo dedicato alla bomba atomica e situato nel quartire di Las Vegaschiamato Paradise. Al suo interno vi numerosi informazioni storiche sulle ricerche e i test effettuati in Nevada e che hanno portato alla realizzazione della terribile bomba. I visitatori possono, inoltre, assistere ad una simulazione di una esplosione atomica e visitare delle riproduzioni di alcuni bunker usati appunto durante i test atomici.

L’arte di Richard MacDonald

Per gli amanti dell’arte possiamo consigliare le opere di Richard MacDonaldRichard MacDonald è un famoso artista che ha ricevuto nel corso della sua carriera numerosi premi internazionali per le sue sculture, i suoi dipinti e i suoi disegni. E’ considerato un vero e proprio maestro della scultura figurativa. Al momento due mostre, una all’interno del Bellagio ed una allo CityCenter, contengono le sue famose statue di bronzo raffiguranti animali, modelli e ballerini. Informazioni maggiori le potete trovare direttamente nel sito ufficiale www.theartofrichardmacdonald.com.

Bellagio Gallery of Fine Art

Come potete immaginare, la Bellagio Gallery of Fine Art è una galleria per gli amanti dell’arte e aggiunge un po’ di cultura ad una città che si concentra maggiormente sul divertimento e sul lusso. La Bellagio Gallery of Fine Art ospita continuamente mostre d’arte e nel corso degli anni ha disposto di opere di grandi artisti come Monet, Ansel Adams, Andy Warhol, Picasso e Van Gogh.

Red Rock Canyon

Il Red Rock Canyon National Conservation Area si trova a pochi chilometri da Las Vegas ed è una zona gestita dal Bureau of Land Management come parte del suo sistema nazionale di conservazione del paesaggio. Red Rock Canyon presenta una serie di grandi formazioni di roccia rossa, una serie di picchi di arenaria e pareti chiamato Keystone. Le pareti sono fino a 3.000 piedi (910 m) di altezza, e per questo, è un posto perfetto per gli amanti di trekking ed arrampicata. Il parco si può facilmente visitare in macchina grazie ad un percorso ad anello da cui si diramano diversi sentieri/strade laterali con le relative aree di sosta per chi preferisce inoltrarsi a piedi o in bici. La strada ad anello è anche molto popolare per il turismo in bicicletta; inizia con una salita moderata, poi è prevalentemente in discesa o pianeggiante.

Area 51

L’Area 51 è parte di una vasta zona militare (la Nellis Air Force Base) operativa di 26.000 km2 situata a circa 240 chilometri da Las Vegas nel sud dello stato del Nevada, vicino al villaggio di Rachel. Il nome ufficiale è sconosciuto; viene di frequente indicata come Groom Lake Air Force Facility, o semplicemente Groom Lake. È celebre soprattutto come soggetto di teorie del complotto riguardanti gli UFO. La decisione dell’installazione in questa località statunitense venne presa grazie alla conformazione del terreno, in quanto circondata da montagne e da deserto: una vera e propria difesa naturale che rende la base difficilmente penetrabile. Inoltre, come per tutte le basi militari, sono numerosissime le misure di sicurezza tecnologiche (sensori di movimento, laser, telecamere) e pattuglie armate. Il perimetro dell’Area 51 è sorvegliato da guardie private con mezzi leggeri dotati di camuffamento. Sulla zona, come per ogni base militare operativa, è vietato il sorvolo aereo senza autorizzazione. Da foto satellitari dell’area da Giappone e Russia, nella zona che si crede sia occupata dall’area 51 si può notare una pista di decollo lunga 4500 m che attraversa il lago e vari hangar di contenimento, caserme, uffici. Alcuni ritengono che questa sia soltanto la punta di un iceberg e che la base si estenderebbe nel sottosuolo, 90 piani sotto terra dove il livello di segretezza e protezione aumenterebbe con l’aumentare della profondità. Ma è molto più probabile che nel sottosuolo si trovino soltanto ulteriori ricoveri per aeromobili, specialmente per quelli ancora allo stadio di prototipo. È probabile che durante la guerra fredda vi venissero testati anche gli aerei di produzione sovietica ottenuti grazie ad azioni di spionaggio o acquistati da ex-alleati dell’URSS, così come accadeva nella grande base di Nellis.


Articolo letto: 237 volte
Categorie: , Luoghi da visitare


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook