MA COME! CIO' SCONFESSA TOTALMENTE IL PENSIERO papal-bodrinesco, secondo il quale ERAVAMO NOI a dover ricevere esempio ed insegnamento dai nuovi arrivi autocertificati. IL magico duo ha infatti il pregiudizio e preconcetto che i clandestini-migranti siano latori di culture futuristiche. INVECE, come esseri selvatici, hanno perfino bisogno di imparare l'abc e le basi del comportamento civile. Pensa tè.

Venezia
06:45 del 04/12/2016
Scritto da Luca

MA COME! CIO' SCONFESSA TOTALMENTE IL PENSIERO papal-bodrinesco, secondo il quale ERAVAMO NOI a dover ricevere esempio ed insegnamento dai nuovi arrivi autocertificati. IL magico duo ha infatti il pregiudizio e preconcetto che i clandestini-migranti siano latori di culture futuristiche. INVECE, come esseri selvatici, hanno perfino bisogno di imparare l'abc e le basi del comportamento civile. Pensa tè.

La Regione Friuli Venezia Giulia vuole insegnare le buone maniere agli immigrati.

E lo farà con un vademecum con 4 vignette che spiegano ai migranti le regole dincomportamento da seguire subito dopo il loro arrivo sul territorio governato dalla dem Serracchiani. A presentare il piano è stato l'assessore alla Solidarietà Gianni Torrenti: "È una campagna preventiva: noi vogliamo trattare bene le persone che raggiungono il nostro territorio, ma vogliamo siano rispettate le regole del vivere civile occidentale". L'opuscolo verrà distribuito, come riporta il messaggeroveneto.it, nelle sedi della Croce Rossa e della Caritas. Le copie stampate finora sono 20mila.


"I costi sono davvero contenuti - ha assicurato Torrenti - parliamo di poche centinaia di euro per pagare la carta e l’inchiostro". I temi affrontati nelle vignette sono quattro: il rispetto delle donne, la parità di diritti maschio-femmina, il rifiuto della violenza e la fiducia nelle forze armate.

"Abbiamo riscontrato il bisogno di comunicare proprio questi moniti perché spesso nei paesi di origine gli usi sono diversi - sono le parole di Torrenti -. Per esempio per alcuni Paesi gli usi occidentali possono create equivoci. Ho avuto molte occasioni per parlare con persone che arrivano da Paesi diversi per cultura e il fraintendimento è dietro l’angolo: a nessun arabo viene in mente di palpeggiare una donna con il burqa, possono invece equivocare una minigonna, pensando a un segno di disponibilità, cosa che a volte riguarda anche gli italiani. Ma ovviamente le donne hanno gli stessi diritti e doveri degli uomini, hanno diritto di muoversi, vestirsi, colloquiare senza che questo messaggio possa essere frainteso".


Articolo letto: 355 volte
Categorie: , Cronaca, Denunce


Domanda Rank Italia
Dai una tua valutazione sulla gestione dei flussi migratori in Italia
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Mirella

04/12/2016 08:54:58
MA COME! CIO' SCONFESSA TOTALMENTE IL PENSIERO papal-bodrinesco, secondo il quale ERAVAMO NOI a dover ricevere esempio ed insegnamento dai nuovi arrivi autocertificati. IL magico duo ha infatti il pregiudizio e preconcetto che i clandestini-migranti siano latori di culture futuristiche. INVECE, come esseri selvatici, hanno perfino bisogno di imparare l'abc e le basi del comportamento civile. Pensa tè.
6

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook