Il nostro dovere civico dovrebbe portarci a segnalare sia gli errori che ci penalizzano che quelli che ci favoriscono ma ciò non sempre avviene

Pordenone
12:23 del 22/11/2014
Scritto da Gerardo

L'apparato burocratico e amministrativo dell'Italia ogni giorno si rende protagonista di clamorose gaffe che finiscono solamente per rallentare anche la più semplice delle pratiche le quali richiedono a volte molti anni prima di poter essere definitivamente archiviate. Spesso, però, anche i cttadini dovrebbero collaborare di più e comportarsi in Maniera onesta.

Infatti, se siamo subito pronti a ribellarci quando la pubblica amministrazione sbaglia a nostro sfavore dovremmo fare lo stesso anche in quelle poche volte che avviene il contrario e non comportarci da furbi cercando di approfittarne. Ecco una storia che ci giunge da Pordenone e che ora vi racconteremo.

Un ex ispettore del lavoro per due anni ha ricevuto sia lo stipendio che in pensione. E' stato lui stesso a segnalare l'errore della Pubblica Amministrazione ma, secondo chi lo accusa, lo avrebbe fatto solamente nel momento in cui gli era stato notificato un provvedimento di progressione economica stipendiale, atto che, una volta eseguito, avrebbe portato a scoprire l'irregolarità. Per due anni l'uomo ha ricevuto, tra pensione e stipendio, circa 80mila euro ed il tribunale di Pordenone lo ha condannato a due anni e due mesi di reclusione e al pagamento di una multa di 600 euro per appropriazione indebita. 


Articolo letto: 1620 volte
Categorie: Cronaca, Finanza, Lavoro


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook