Saranno 1.634 le procedure di mobilità che si apriranno in quel di Olbia, numeri enormi per un territorio già gravemente funestato dalla crisi economica

Olbia Tempio
12:12 del 27/10/2014
Scritto da Albertone

La crisi non si è risolta. Anzi, da adesso decolla solo la paura di rimanere senza un posto di lavoro. Come accaduto troppo spesso in Italia, questo 2014 è stato l'anno nero del mondo del lavoro. E pensare che qualche politico nel 2013 aveva persino avuto il coraggio di venirci a dire che questi mesi sarebbero stati quelli della ripartenza. Siccome le persone che noi votiamo (ripetiamo: noi votiamo, noi italiani...) spesso hanno il coraggio di dirci le bugie più clamorose con la faccia d'angelo, sarebbe bello che quegli stessi politici prendessero una nave in direzione Olbia, Sardegna.

Perchè non in aereo? Facile: perchè da oggi in terra sarda sarà tutto più difficile. Meridiana ha Annunciato che farà ripartire la procedura per licenziare 1634 dipendenti su 2101, interrompendo di fatto il tavolo di lavoro istituito dal Governo. Un colpo durissimo che preannuncia 75 giorni per trattare i criteri sui licenziamenti. Chi glielo va a spiegare a mamme e papà, a giovani e a uomini di mezza età, che per loro il posto di lavoro si è chiuso per sempre? E come volete che reagiscano queste persone? Naturalmente il Governo si sta proteggendo l'immagine divulgando comunicati stampa a destra e a manca, ma senza andare direttamente in loco! Troppo facile...

Ma come, i nostri politici hanno sempre la parlantina pronta e poi quando c'è da andare nei luoghi della disperazione se ne stanno alla larga? Forse hanno imparato la lezione vedendo come è stato trattato Beppe Grillo quando è andato a Genova nei giorni del disastro del Bisagno? La gente ormai è stanca e non ha più paura di dire in faccia ai politici quello che pensa realmente di loro! La sigla di onorevoli e senatori non deve più metterci in soggezione come accadeva negli anni passati, quando si pensava che un deputato di Roma potesse mandarci in rovina per una semplice stretta di mano mancata. Oggi non è più così e i politici hanno paura!

Quando la gente è disperata e non ha più nulla da perdere, diventa complicatissimo gestirla! Purtroppo in Sardegna ci sono 1.634 persone che vedono nero e non sanno più a cosa aggrapparsi. Possono solo augurarsi che venga mantenuta la promessa della azienda: copertura degli stipendi fino all’80% per altri 5 anni in aggiunta ai 4 anni di CIGS trascorsi, e tentare di individuare un percorso per la possibile riduzione degli esuberi fino a 278 unità». Ma ormai il dado è tratto e difficilmente si potrà tornare indietro.

La Meridiana è da tempo in gravissima crisi e all'orizzonte non si sono mai visti sprazzi di luce che potessero far pensare ad un finale differente da quello che purtroppo si è prospettato. Ma ancora una volta a pagare sono i lavoratori dipendenti, quelli da mille euro al mese che avevano pensato di aver trovato il lavoro della vita e invece adesso sono in mezzo a una strada.


Articolo letto: 1496 volte
Categorie: Cronaca, Lavoro, Viaggi


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

meridiana - esuberi - licenziamenti - volo - aerei -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook