La Jihad dell’Isis parla italiano. Trovato in rete un filmato diventato virale in cui si sentirebbe una voce pronunciare parole nella nostra lingua mentre viene preparato un attentato kamikaze

Siena
14:15 del 06/03/2015
Scritto da Gerardo

Trovato in rete un filmato diventato virale in cui si sentirebbe una voce pronunciare parole nella nostra lingua mentre viene preparato un attentato kamikaze.  «Yalla, yalla, yalla, piano, piano, piano...». Per la prima volta in un video diffuso dall'Isis si sentirebbe la voce un mujaheddin parlare in italiano. O, almeno questa è la tesi di Globalist.it, che ha riproposto un filmato postato nei giorni scorsi su uno dei canali non ufficiali YouTube dello Stato Islamico. Scorrendo i fotogrammi, diventanti immediatamente virali in rete, si assiste alla preparazione di un attacco suicida con un'autobomba contro una postazione del Pkk. Dal secondo 50 al secondo 61 qualcuno sembra riconoscere una voce dire «Piano, piano» alternato a «yalla, yalla» (che in arabo significa su avanti), parole rivolte al guidatore del mezzo imbottito di esplosivo. Ma le voci non sono nitide e l’audio è disturbato da una traccia musicale. Difficile quindi affermare con certezza la presenza di un miliziano italiano, inoltre è improbabile che il guidatore possa sentire l’uomo, come fa notare lo stesso autore dell’articolo su Globalist, Gianni Cipriani.

L'allarme dell' Fbi su ragazzi e ragazze


Se invece confermato si potrebbe trattare di un foreign fighter italiano che si è unito allo Stato Islamico. Proprio oggi negli Stati Uniti l'Fbi e il Dipartimento per la sicurezza interna hanno lanciato un allarme sul fenomeno crescente dei «foreign fighters». In un messaggio congiunto inviato lo scorso fine settimana a tutte le forze dell'ordine del Paese - rivela la Cnn - si esprime preoccupazione e si chiede di esercitare la massima vigilanza sui «molti casi» e il crescente numero di ragazzi e ragazze che dagli Usa vogliono raggiungere le fila dell'Isis. L'allarme di Fbi e Homeland Security è stato lanciato dopo l'arresto e l'incarcerazione la scorsa settimana di un diciassettenne della Virginia, sospettato di volersi unire all'Isis. Nel «warning» inviato a tutte le forze di polizia degli Stati Uniti si spiega come tra i ragazzi che vogliono «arruolarsi» nelle fila dell'Isis, i maschi sono generalmente più grandi, e il loro obbiettivo è solitamente quello di unirsi ai militanti jihadisti in Iraq e in Siria, oppure quello di compiere attacchi negli Stati Uniti, come nel caso dei tre sospetti terroristi arrestati giorni fa Brooklyn. Per quel che riguarda le ragazze, invece, di solito sono più giovani e nella maggior parte dei casi il loro obiettivo è quello di andare in spose a combattenti dell'Isis in Siria.


Articolo letto: 1067 volte
Categorie: Cronaca, Esteri


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

Jihad - isis - isis parla italiano - cronaca - esteri -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook