La Germania inizierà a respingere i migranti dall'1 luglio se non ci sarà un accordo con i partner europei

Bari
07:00 del 19/06/2018
Scritto da Samuele

MENO MALE CHE ERA SALVINI IL PROBLEMA! - 'LA GERMANIA RESPINGERÀ I MIGRANTI DAL 1 LUGLIO'. SEEHOFER, MINISTRO DELL'INTERNO TEDESCO E PARTNER PRINCIPALE DELLA MERKEL, MINACCIA L'UNIONE EUROPEA: 'SENZA ACCORDO, CHIUDIAMO LE FRONTIERE'. E ANGELA SI DEVE ACCUCCIARE DAVANTI AL PIANO DEL BAVARESE: 'LEI HA ACCETTATO 62,5 SU 63 PUNTI'

La Germania inizierà a respingere i migranti dall'1 luglio se non ci sarà un accordo con i partner europei. Lo ha dichiarato senza mezzi termini il ministro dell'Interno Horst Seehofer.

Poco prima la Dpa aveva annunciato che gli alleati di destra della Csu avevano dato a Merkel due settimane per negoziare soluzioni sulla questione migranti con i Paesi Ue, senza le quali il ministro dell'Interno chiuderà le frontiere.

Seehofer, uno dei principali critici della politica di accoglienza voluta da Merkel, ha annunciato che chiuderà le frontiere a poco a poco, rispendendo indietro al Paese di primo approdo i migranti. Il leader del partito bavarese Hans-Peter Friedrich ha dichiarato che "le misure di respingimento saranno sviluppate per i primi di luglio".

 (ANSA) - "La Cdu sostiene l'iniziativa del ministro dell'Interno di un masterplan sulla immigrazione". Lo ha detto Angela Merkel a Berlino in conferenza stampa. "Vogliamo rappresentare interessi tedeschi ed europei insieme. Non vogliamo agire in modo unilaterale e senza accordo", ha ribadito spiegando l'accordo raggiunto con Seehofer.


"Non c'è ancora un accordo europeo sull'asilo" e ci vuole un'intesa con gli altri partner europei, ha spiegato Merkel in conferenza stampa a Berlino. "Per questo non si tratterà soltanto di dire cosa ci aspettiamo noi ma anche cosa gli altri ritengono necessario per loro", ha aggiunto.

 (ANSA) - "Sono contento che dei 63 punti del mio piano sui migranti, 62,5 vengono sostenuti a Berlino". Lo ha detto il ministro dell'Interno tedesco Horst Seehofer, in conferenza stampa. "È chiaro che serve il cambiamento di alcune leggi e l'approvazione del gabinetto", ha aggiunto.

 (ANSA) - Sostegno al potenziamento di Frontex e all'istituzione di "zone particolari" in Africa dove riportare i migranti: è questa la posizione espressa del ministro degli Interni tedesco, Horst Seehofer, che sulla questione migranti rinnova il suo appoggio all'Austria, come ha dichiarato oggi in conferenza stampa.

"Il nostro sostegno va soprattutto agli sforzi della futura presidenza austriaca del Consiglio", ha detto oggi Seehofer, e in particolare agli sforzi "per la protezione dei confini esterni con l'ampliamento dell'Agenzia Frontex e anche delle 'zone particolari' in Africa per riportare indietro i migranti in luoghi protetti".

Dago


Articolo letto: 512 volte
Categorie: , Cronaca, Denunce, Sociale


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook