Ma guarda un po’, la famiglia Rothschild acquistò Charlie Hebdo nel dicembre 2014! | Analisi del blog di informazione Italiano Sveglia

Grosseto
11:43 del 06/02/2015
Scritto da Gerardo

Charlie Hebdo, con l’appoggio dello Stato, spara da anni maldicenze su chiunque con la scusa della "libertà di espressione". Ha dissacrato con il massimo di volgarità la religione cattolica e quella musulmana. E' stato avvisato e ha continuato a farlo, fino a che due fratelli francesi, jihadisti noti a Polizia e Magistratura, ne hanno assaltato la sede uccidendo dodici persone. Ha loro aperto la porta blindata una collaboratrice dello stesso giornale, impaurita perché minacciata.

Parigi si trova al centro dell’attenzione dei media internazionali dopo la sparatoria avvenuta nella sede del settimanale satirico Charlie Hebdo. I tiratori, al grido di “Allahu Akbar” (in arabo “Dio è [il] più grande”), hanno ucciso undici persone e ferito altre undici durante il loro attacco. Poco dopo hanno ucciso un ufficiale della polizia francese. Gli uomini armati, si sono identificati come appartenenti al ramo Yemenita di Al-Qaeda (Al-Qaeda nella penisola arabica).E come al solito, quando s’indaga più in profondità sugli eventi false flag  tipo 11/9, la mano ebreo sionista fa la sua comparsa, infatti, i Rothschild, sembrano ancora una volta avere delle responsabilità dal momento che la famiglia di gran lunga più ricca del mondo ha acquistato la rivista Charlie Hedbo pochi giorni prima dell’attentato, nel Dicembre 2014!!!

Sembra che questa acquisizione sia stata oggetto di aspre discussioni tra i membri della famiglia, secondo il barone Philippe de Rothschild, che di recente ha rilasciato un’intervista alla rivista Quote pubblicata a gennaio. “C’è stata una discussione riguardante l’acquisizione completata da mio zio il barone Edouard de Rothschild”, ha detto Philippe. “Alcuni membri della famiglia volevano impedire l’acquisto, perché sentivano che l’acquisto di questa rivista sarebbe stata vista come un tentativo per aumentare l’influenza dei Rothchilds nella Politica. Non vogliamo essere notati per essere coinvolti nella politica, almeno non in modo così trasparente! Alla fine la reticenza della famiglia è stata superata”.

Non c’è bisogno di molta immaginazione per vedere il collegamento tra l’attacco e l’acquisizione, avvenuta solo poche settimane prima dell’attacco, di questa rivista satirica che, tra l’altro, era già una piattaforma sionista conosciuta per incitamento all’odio. L’intera vicenda ci ricorda la vendita delle Torri Gemelle del World Trade Center a Larry Silverstein nell’estate del 2001, seguita dalla loro distruzione in un presunto attacco “terroristico”, nel Settembre dello stesso anno. In particolare, come è ormai noto, Silverstein assicurò le torri, precisamente contro attacchi terroristici inaspettati condotti per via aerea, solo sei settimane prima dell’attacco.

Cosa ne pensi dell’attentato di Charlie Hebdo? Ti ritrovi con l’opinione dell’articolo?

ESPRIMI IL TUO GIUDIZIO E DAI UNA VALUTAZIONE IN BASSO DA 1 A 10 SU CHARLIE HEBDO


Articolo letto: 2725 volte
Categorie: Curiosità, Sociale


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Gerardo

06/02/2015 12:10:52
La satira non si preoccupa di educare o moralizzare, non è tenuta all'uso di codici del buon gusto nè s'abbassa al compromesso d'uno scambio: la satira è semplicemente "l'ultima parola"; non gli interessa sapere cosa ne pensi, non sottostà ad alcuna forma di giudizio, non s'interroga sull'opportunità o meno di poter argomentare (chiedere o rispondere) su questo o quello, ne ha addirittura l'obbligo: è inalienabile urgenza di se e si esprime secondo un suo libero arbitrio.
8

Carmelo

06/02/2015 12:10:30
La satira è l'arma più potente della democrazia. E se anche fosse come tu dici niente può giustificare un atto del genere. Esiste la querela a tutela di chi si sente offeso, oltraggiato e quant'altro. Per me persino gli accendini che ritraggono Mussolini sono irrispettosi, e anche le ballerine della televisione sono irrispettose, i preti pedofili, la Chiesa multimilionaria, persino i politici sono irrispettosi di noi tutti da decenni e decenni! Gli integralisti -terroristi sono irrispettosi della vita, della religione e del loro stesso popolo, pertanto l'unica arma che abbiamo contro questi signori è la logica, l'intelletto e se per mostrare il coraggio occorre una matita invece di un fucile ben venga.
8

Paolo

06/02/2015 12:10:10
Gli argomenti di Charlie Hebdo sono sicuramente di cattivissimo gusto..Però questo non giustifica il massacro di dipendenti che lavorano presso questo giornale solo per guadagnarsi da vivere.
E comunque Charlie Hebdo è solo stato il pretesto per questi islamici di farsi notare..A loro piacciono le stragi, si divertono..di fatto si dice che faranno anche altri attentati in vari paesi, tra cui anche in italia... Charlie Hebdo non c'entra proprio niente..qui si va ben oltre la satira e la religione..!
5

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook