Sono sempre di meno le persone che hanno i soldi per concedersi una serata davanti a un palco: nel 2013 le presenze sono calate del 4% e gli incassi al botteghino addirittura del 7,3%

Milano
08:31 del 07/06/2014
Scritto da Albertone

Andando avanti così, finiranno per chiudere tutti. Un destino che accomunerà i teatri di tutta la Penisola, un territorio che fin dai tempi degli Antichi RoMani aveva accolto decine di migliaia di persone per gli spettacoli all'aperto. L'arte del teatro è nata qui, importata dalla cultura greca, ed ha visto nascere artisti e scrittori senza eguali in giro per il mondo. Ah, il teatro. Forma di rappresentazione della realtà, spesso ironica e spesso tragica, che negli ultimi anni sta vivendo il suo periodo più difficile di sempre.

La storia si fa dura, e purtroppo si parla della trama della realtà italiana. Solo nel 2013, il crollo degli spettatori si è attestato al 4%. Un calo degli ingressi che preoccupa tutti: dai teatranti agli imprenditori, dai registi agli attori. Solo la Politica pare non essersene accorta e prosegue sulla propria strada. D'accordo, ci siamo abituati, ma anche questo è troppo. Il teatro italiano sta morendo. Al botteghino nel 2013 si è riscontrato un minor guadagno pari al 7,3%. Ovvero, non solo la gente va meno a teatro, ma ci va anche spendendo di meno. Preferisce le ultime file alla poltronissima, punta sui pacchetti famiglia anzichè concedersi lo sfizio di vedere il proprio attore da pochi metri, rinuncia agli abbonamenti e si permette soltanto le due serate che reputa più interessanti.

Sempre meno soldi ci sono nelle tasche degli italiani, ed ecco uno degli effetti collaterali che fanno male. Il Belpaese taglia sulla cultura, sullo svago, sul divertimento. Lirica e Balletto riescono a "tenere" mentre, in tempo di crisi, subiscono un netto calo la prosa e la rivista. Il teatro classico pare sulla via del tramonto. Rianimarlo è dura. I costi sono enormi, la Siae pone una Spada di Damocle praticamente su ogni spettacolo con cifre sempre più difficili da sostenere. Il cast è andato arricchendosi negli anni di figure professionali che hanno contribuito a mantenere eccellente la qualità delle rappresentazioni, ma al momento appare ardua l'idea di continuare a potersi permettere cast da Mille e una notte. Bisogna ridurre, in tutto. Nelle scenografie, nella troupe, anche nelle serate programmate per evitare di ritrovarsi la sala vuota.

E mentre il teatro va così, è il cinema a dare segnali di ripresa. L'aumento è del 3% nel corso del 2013 con un decremento nella spesa al botteghino pari all'1%. In sostanza, la gente va al cinema quando il biglietto costa poco oppure quando sono in corso le promozioni. Altrimenti preferisce la tv del salotto di casa. I problemi del cinema sono altri: la concentrazione di incassi e presenza su pochi titoli, soprattutto per i film italiani (fenomeno Zalone, oltre 50 milioni incassati ad ieri) e il fatto che il 40% delle sale non è ancora attrezzato per il digitale, con gli americani che non distribuiranno più film in pellicola dal 2015.

Ma, in tempi di crisi, chi resiste alla recessione? La palma della migliore performance spetta invece ai concerti di musica leggera, unico settore dello spettacolo nel quale, non a caso, è aumentato il prezzo medio, da 28 a oltre 30 euro. I concerti nel loro insieme vedono un aumento degli ingressi del 9,7%, con un incremento del 23,8% della spesa al botteghino e del 28,93% della spesa del pubblico. Per chi ha assistito ieri alle scene davanti a San Siro per Ligabue, ecco pronta la dimostrazione di quanto appena detto.

Un altro comparto dello spettacolo che nel primo semestre registra una pesante flessione è quello degli spettacoli viaggianti e dei parchi di divertimento, nonostante gli ingressi in crescita dell'1,7% la, spesa al botteghino è andata giù del 15% e quella del pubblico del 13,2%. Buone notizie, al contrario, per le mostre ed esposizioni (comprese le fiere): aumentano: l'offerta (+9,4%), gli ingressi (+2,9%), la spesa del pubblico (+20,7%) e il volume d'affari, voce che include le sponsorizzazioni (+16,9%).


Articolo letto: 923 volte
Categorie: Cinema, Teatro


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

teatro - botteghino - poltrone - cinema -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook