La Chiesa Cattolica non crede più nel creazionismo! | L’analisi di Italiano Sveglia

Piacenza
11:44 del 29/01/2015
Scritto da Gerardo

Possiamo dire che oggi la Chiesa Cattolica non insegna più il creazionismo - la convinzione che Dio abbia creato il mondo in sei giorni - e afferma che il racconto del libro della Genesi sia un'allegoria per come Dio ha creato il mondo. Naturalmente, per la dottrina insegnata dalla Chiesa, dai santi papi e dai dottori di essa, questa cosa è sbagliatissima, perciò anche Papa Francesco, per non farsi nemica la scienza, fa il comodo dei poteri forti.

Il papa ha affermato che il racconto scientifico dell’origine dell’universo e lo sviluppo della vita dovuto all’evoluzione sono compatibili con la visione della creazione che è propria della Chiesa Cattolica. Egli ha detto in un meeting della Pontificia Accademia delle Scienze: 'Il Big Bang, il quale oggi riteniamo essere l'origine del mondo, non contraddice l'intervento del divino creatore, ma, anzi, lo richiede.'

Ma ha detto che i cristiani dovrebbero respingere l'idea che il mondo sia venuto all’esistenza per caso. Allo stesso modo, l'evoluzione faceva parte del piano di Dio, ha spiegato. Lo sviluppo delle caratteristiche di ogni creatura nel corso dei millenni 'non contrasta con la nozione della creazione perché l'evoluzione presuppone la creazione di esseri che si evolvono,' ha detto.


Articolo letto: 1230 volte
Categorie: Curiosità, Sociale


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

Chiesa - religioni - creazionismo -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook