La Buona Scuola non piace a nessuno: sciopero dal 9 al 18 aprile. Sciopero di tutte le attività non obbligatorie dal 9 al 18 aprile per tutto il personale Ata e i docenti delle scuole italiane

Bologna
10:50 del 03/04/2015
Scritto da Gerardo

Sciopero di tutte le attività non obbligatorie dal 9 al 18 aprile per tutto il personale Ata e i docenti delle scuole italiane. A comunicarlo è una nota del Ministero dell'Istruzione: la proclamazione dello sciopero è stata effettuata dai sindacati Flc-Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals Confsal e Gilda Unams.

Dal 9 al 18 di questo mese verranno dunque interrotte le attività aggiuntive oltre l'orario obbligatorio retribuite con il fondo per il miglioramento dell'offerta formativa. Insegnanti e personale Ata potranno astenersi dalle ore aggiuntive per l'attuazione de progetti e degli incarichi di coordinatore retribuite con il Mof. Verranno sospesi anche i corsi di recupero, le attività complementari di educazione fisica e tutte quelle di avviamento alla pratica di una disciplina sportiva.

Per quanto concerne il personale Ata - spiega la nota ministeriale - i lavoratori si asterranno da tutte le attività aggiuntive oltre le 36 ore di lavoro settimanali. Ci sarà anche l'astensione da tutte le attività previste tra quelle rientranti nelle posizioni economiche (I e II grado) e negli incarichi specifici;prevista inoltre l'astensione dall'intensificazione dell'attività nel normale orario di lavoro in relazione alla sostituzione dei colleghi assenti. Per finire, ci sarà l'astensione dagli svolgimenti dell'incarico di sostituzione del Direttore dei servizi generali e amministrativi.


Di seguito pubblichiamo la lettera di proclamazione inviata unitariamente dalle organizzazioni sindacali con indicate le modalità operative relative al personale docente, educativo ed ata:

Vista la nota MIUR prot. N. 0007882 del 16 marzo 2015 con cui si è ritenuto di non convocare l’Organismo di conciliazione in conseguenza del parere della Commissione di Garanzia del 16 gennaio ( prot. N. 582, pos.17570), le scriventi Segreterie nazionali dei Sindacati Scuola, FLC Cgil, CISL Scuola, UIL Scuola, GILDA Unams e SNALS Confsal, proclamano lo sciopero delle attività non obbligatorie a partire dal 9 aprile 2015 e con termine il 18 aprile 2015, a sostegno delle azioni sindacali di mobilitazione relative alle scelte del Governo sulla buona Scuola.

L’astensione dalle attività non obbligatorie riguarda tutto il personale docente ed ATA della Scuola ed in particolare:

Per il personale ATA:

astensione attività aggiuntive oltre le 36 ore settimanali;

astensione da tutte le attività previste tra quelle rientranti nelle posizioni economiche (I^ e II^ ) e negli incarichi specifici;

astensione dall'intensificazione della attività nell'orario di lavoro relativa alla sostituzione dei colleghi assenti;

astensione svolgimento incarico sostituzione Dsga;

Per il personale docente ed educativo:

astensione dalle attività aggiuntive di insegnamento oltre l’orario obbligatorio, retribuite con il MOF;

astensione dalle ore aggiuntive per l’attuazione dei progetti e degli incarichi di coordinatore retribuiti con il MOF;

astensione dalla sostituzione e collaborazione con il dirigente scolastico e di ogni altro incarico aggiuntivo;

astensione dalle ore aggiuntive prestate per l’attuazione dei corsi di recupero;

astensione dalle attività complementari di educazione fisica e avviamento alla pratica sportiva.

Per quanto sopra espresso, si chiede di dare adeguate comunicazioni alle istituzioni scolastiche per quanto di loro competenza.

Cordiali saluti

Domenico Pantaleo - Francesco Scrima - Massimo Di Menna - Marco Paolo Nigi - Rino Di Meglio


Articolo letto: 759 volte
Categorie: Lavoro, Sociale


Domanda Rank Italia
Cosa ne pensi della Buona Scuola?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Vittorio

04/04/2015 09:53:35
L'unico motivo che criticano le scuole italiane è perché molti di questi studenti trovano il livello qui troppo difficile. .
5

Omar

04/04/2015 07:52:42
Non c'e' da meravigliarsi ! queste sono le conseguenze di una cattiva gestione del nostro paese ! Ma come al solito la colpa non e' di nessuno! E la FORNERO piangeva sapendo ..............
4

Jessica

03/04/2015 13:46:35
Io non vedo nessun effetto della riforma Monti-Fornero ma solo una completa paralisi dell'economia soprattutto nel settore dell'edilizia!!!
5

Ricerche correlate

Scuola - Buona scuola - Riforma - Renzi - Istruzione - Test - Medicina - Legge - Sciopero -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook