L段gnoranza degli italiani e l段mportanza della lettura | L誕nalisi di Italiano Sveglia

Pordenone
09:26 del 30/01/2015
Scritto da Gerardo

Ci saranno persone che non avranno voglia nemmeno di leggere questi quattro micro-paragrafi, ve lo assicuriamo, e forse sei proprio tu uno di quelli. Se lo sei, ti invitiamo semplicemente a proseguire, per il tuo bene, non per il nostro. Ieri sera in una trasmissione Politica su Rai Due c定 stato un servizio che davvero ci ha scioccati. Questo servizio, infatti, era stato fattoa Napoli per scoprire quante persone conoscevano chi elegge il Presidente della Repubblica. Ebbene, i risultati sono stati davvero sconcertanti, non tanto per le risposte ( perch ci pu stare che non si conoscano ne i poteri ne l弾lezione del Presidente della Repubblica ), ma per gli errori grammaticali, di sintassi e di fluidit nel linguaggio di quasi l80% degli intervistati. Chiaramente non soltanto un problema di Napoli, ma di tutta l棚talia e in generale delle generazioni odierne.

Come mai tutto questo? Facendo una veloce analisi ci siamo accorti che il problema principale di oggi non nemmeno l置so quotidiano della lingua volgare ( dialetto ), ma la mancanza di lettura. Molti dicono che non hanno tempo di leggere, ma pensiamo sia anche una questione dettata dalla voglia. Nelle scuole si cerca di insegnare ai giovani quanto sia importante la lettura, non solo di libri, ma anche di quotidiani, di riviste serie, e non di "Tre metri sopra il cielo" and company.

Il problema che ci sono persone gi adulte che non sanno parlare n tanto meno scrivere. Sarebbe forse meglio invitare maggiormente tutti a leggere, leggere e leggere, alla fine possiamo avere tutte le lauree che vogliamo..ma se non sappiamo parlare e scrivere dove andremo a finire? E' un discorso forse molto utopistico il nostro, come tante cose sappiamo che anche questo non si pu controllare e noi non possiamo far fare alle persone ci che non vogliono, ma personalmente se i giovani sono il futuro devono esserne degni ed imparare a parlare correttamente.

Chiss magari in un futuro la tradizione di leggere si riprender, anche se ormai computer e videogames l'hanno seppellita. L'Italia sta andando allegramente alla deriva, perdendo competitivit nelle severe sfide del mondo globalizzato, proprio quando studi economici attendibili attestano che indici di lettura e sviluppo economico vanno di pari passo. Non a caso la lettura pi diffusa al Centro-Nord ricco, benestante e istruito mentre segna il passo in un Meridione in affanno e sottoalfabetizzato. Leggere dunque produce ricchezza e progresso. E questo dato non deve stupire. Nella societ tardo-moderna, dove l'informazione e la comunicazione rivestono un ruolo strategico, in cui l'obsolescenza delle conoscenze richiede un aggiornamento continuo, in cui i raggiungimenti della scienza e della tecnica rivoluzionano di continuo le nostre esistenze e le nostre abitudini, leggere ed aggiornarsi diventa quasi una necessit vitale, un'attivit dettata dall'istinto di sopravvivenza. E tutta questione di mentalit: tante persone, giovani e non, perdono 5-6-7 ore al giorno su Facebook senza fare assolutamente nulla. Non sarebbe meglio stare su Facebook, interagire con i nostri amici e nel mentre visitare il sito di un buon quotidiano ( non quelli ufficiali perch faziosi ) oppure leggere storie di persone malate, documentarsi sulle leggi sul lavoro ecc ecc ecc?


Articolo letto: 843 volte
Categorie: Cultura, Denunce, Editoria, Guide, Internet, Sociale


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicit Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook