Quando si lascia il proprio paese per andare altrove si pensa di poter contare sul supporto dei propri connazionali ma non sempre è così

L Aquila
19:42 del 19/11/2014
Scritto da Gerardo

In Italia di lavoro ce n'è poco e molte famiglie, a malincuore, sono costrette a mandare i propri figli all'estero, sperando che un altro paese diverso dal proprio possa accoglierli e dare loro quelle possibilità che la loro terra d'origine non ha saputo offrirgli. L'Italia è stato da sempre un paese di emigranti e questa tradizione prosegue anche oggi.

Chi va all'estero spera di poter contare, soprattutto nei primi tempi, soprattutto sull'appoggio dei connazionali e delle persone che condividono la stessa esperienza. Pare che, purtroppo, tutto ciò non si sia verificato a Birmingham, dove è stato commesso un terribile omicidio.

Un ragazzo originario di L'Aquila ha perso la vita in seguito ad un accoltellamento. La città abruzzese è sotto choc, soprattutto le persone che conoscevano questo giovane ragazzo. La cosa che fa più male è che in questo momento, anche se non si sa ancora nulla di certo, per l'omicidio sono stati fermati alcuni italiani, tra cui il suo coinquilino.


Articolo letto: 1725 volte
Categorie: Cronaca, Sociale


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook