Stavano indagando su di lui per il reato di stalking: ecco cosa hanno scoperto i carabinieri durante le indagini

Reggio Calabria
16:05 del 12/12/2014
Scritto da Gerardo

La sMania di condividere tutto e di far sapere tutto agli altri spesso può portare a commettere errori madornali. Fino a quando si vogliono far conoscere aspetti che riguardano soltanto la propria persona nessuno può dirci nulla ma se si coinvolgono altre persone non bisogna dimenticare che non va leso il diritto alla privacy di cui ognuno deve godere.

Ci chiediamo come sia possibile che in giro ci sia gente che compie più di un reato e che questi reati vengano scoperti solamente per caso. Sarebbe ingiusto dare la colpa di tutto ciò agli agenti, siamo anche noi cittadini chiamati a denunciare tutto ciò che non è in regola e che costituisce reato.

Un 45enne siriano non si è fatto mancare proprio nulla. Una donna lo aveva denunciato per aver diffuso dvd con filmati nei quali i due erano insieme in atteggiamenti intimi. Nel corso delle indagini, però, i carabinieri hanno scoperto che l'uomo aveva improvvisato un vero e proprio studio dentistico senza avere alcuna autorizzazione o titolo per esercitare la professione. Oltre che di diffamazione l'uomo dovrà rispondere anche di esercizio abusivo della professione medica.


Articolo letto: 742 volte
Categorie: Cronaca, Sociale


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook