La storia del suffragio femminile in Italia ha origine nell'Ottocento e assume due forme: voto amministrativo e voto politico.

Roma
13:05 del 02/02/2017
Scritto da Carla

IL VOTO ALLE DONNE IN ITALIA

 All’inizio del 900 vi furono  importanti cambiamenti dal punto di vista elettorale in Italia: si iniziò prima con una  pressante richiesta  per l’allargamento del diritto di voto per arrivare poi all’ introduzione del suffragio universale maschile e finalmente al diritto di voto per le donne nel 1946. Diverse e  significative tappe  in questo lungo e difficile cammino, ma il mondo intero in quegli anni mostrava di voler cambiare. in tal senso. Sulla spinta dei movimenti emancipazionisti, infatti, avvengono le prime concessioni di voto alle donne: nel Wyoming nel 1869, in Nuova Zelanda nel 1893, in Norvegia e Finlandia nel 1901. 

In Italia  ne viene nuovamente affermata l’esclusione con la legge elettorale del 1895 che, se da una parte allargava il diritto di voto a tutti i cittadini in grado di leggere e scrivere, dall’altra vietava   la partecipazione femminile.   Un primo passo verso il riconoscimento dell’uguaglianza civile avvenne nel 1912 quando il Parlamento italiano discusse e approvò una nuova legge elettorale per modificare le modalità  di accesso al voto: questa legge è  ricordata come quella che istituì in Italia il suffragio universale, anche se le donne continuavano ad esserne escluse. 

Nel 1925 arriva in Senato una legge che concede il voto alle donne con la limitazione di poter esercitare tale diritto nelle sole consultazioni amministrative. 

Da allora la battaglia per i diritti politici continuò fino alle due date fondamentali che decretano  l’emancipazione delle donne come cittadine: il 1° febbraio 1945 e il 2 giugno 1946: nel febbraio del ’45 il secondo governo Bonomi vota all’unanimità il diritto  di voto alle donne e il 2 giugno dell’anno dopo le donne fanno il loro ingresso ufficiale nella vita politica italiana.


Articolo letto: 110 volte
Categorie: , Cronaca, Cucina, Cultura, Curiosità, Denunce, Lavoro


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Paolo

02/02/2017 21:31:12
e' giusto che le donne votino anche perchè tutti abbiamo gli stessi diritti.
8

Abelina

02/02/2017 13:10:41
MENO MALE CHE CI HANNO RICONOSCIUTO IL VOTO, COSI ADESSO POSSIAMO ANCHE COMANDARE.
8

Ricerche correlate

DONNE - VOTO - 1945 -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook