Evviva i pannicelli caldi...non sappiamo che cosa fare davanti all'invasione, il governicchio ha paura, se la fa sotto, cerca di far credere in Europa che è pronto ad accogliere tutta l'Africa, perché è tanto buono, Africa da dividere però, un pezzo per uno, fra i paesi europei.

Caltanissetta
09:00 del 25/10/2016
Scritto da Gregorio

Evviva i pannicelli caldi...non sappiamo che cosa fare davanti all'invasione, il governicchio ha paura, se la fa sotto, cerca di far credere in Europa che è pronto ad accogliere tutta l'Africa, perché è tanto buono, Africa da dividere però, un pezzo per uno, fra i paesi europei. Questi che hanno capito benissimo che senza i respingimenti ne arriveranno a milioni, tengono ben serrate le frontiere, ovviamente e saggiamente. E il nostro ganassino si meraviglia per quanto sono cattivi....ma guarda un po'...

Li avevamo visti impegnati a pulire le strade, raccogliere le foglie, ridipingere i muri.

A Caltanissetta, in Sicilia, erano pure saliti in cattedra per insegnare l'inglese agli uomini della polizia locale. Ma i migranti impiegati come vigili urbani ancora ci mancavano.

[foto2[

Nel Comune di Dro, in Trentino, alcuni richiedenti asilo affiancheranno i vigili urbani perregolare il traffico all'uscita e all'entrata delle scuole elementari. Cinque profughi in tutto (il paese conta meno di cinquemila anime, ndr), impiegati dal municipio anche per piccoli lavori di giardinaggio, in biblioteca e per qualche attività di polizia.

"Posso confermare - spiega il comandante della polizia locale Marco D’Arcangelo - che i soggetti presi in esame si sono dimostrati subito ricettivi, attenti e precisi. Saranno affiancati dal nostro personale fino a quando lo riterremo opportuno e successivamente si proverà a dare loro una certa autonomia sempre sotto la sorveglianza di un nostro vigile."

Speranzoso si è detto anche il sindaco Vittorio Fravezzi, che fra l'altro è anche senatore nel gruppo per le Autonomie:"Il comune di Dro - ha annunciato - ha una comunità predisposta all’accoglienza e che ha sempre dimostrato di saper affrontare questa emergenza nel migliore dei modi. Abbiamo deciso di non subirla, ma di gestirla anche con iniziative di questo tipo che diano modo ai migranti di ripagare la comunità in cui risiedono con lavori di volontariato, seguiti e che diano agli stessi dignità."


Articolo letto: 993 volte
Categorie: Cronaca, Denunce


Domanda Rank Italia
Cosa ne pensi della gestione dell'immigrazione in Italia???
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Liviana

25/10/2016 23:18:06
La gestione dell'immigrazione in Italia è nelle mani della politica e di conseguenza delle mafie che sono in combina con in partiti. La gestione dell'immigrazione è completamente sbagliata.
3

Liviana

25/10/2016 10:46:06
L'immigrazione in Italia è un tasto molto sensibile, veniamo invasi tutti i giorni da immigrati che provengono dal mare che via treno,aereo ecc..e non li disprezziamo perche sono in giacca e cravatta o perchè vengono accolti da famigliari già inseriti nel paese.Sono tutti in cerca di un futuro migliore!!!però l'europa dovrebbe aiutarci perchè l'Italia ha terminato le sue risorse.
4

Basilio

25/10/2016 09:59:32
Mentre ai disoccupati locali, niente, proprio niente vero? Loro sono i cattivoni. Comunque per farne lavorare pochi, ci deve sempre essere uno a controllare, e le spese aumentano. faranno i vigili, ma sanno tutto il codice della strada? Perchè agli altri viene richiesto. Ah se lo fate voi non è discriminazione, gli altri si. Non lo sapevo.
4

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook