Più vado avanti nelle mie letture e nelle mie ricerche, più sono convinto che per capire la Creazione e l’universo che ci circonda è necessario unire sia il versante “fisico” che quello “spirituale”, giacché diviene sempre più evidente che tra i due ci sono molti punti di contatto e noi esseri umani, nella nostra vita, seguiamo sia la mente che il cuore/l’istinto.

Cosenza
08:05 del 05/06/2017
Scritto da Luigi

Più vado avanti nelle mie letture e nelle mie ricerche, più sono convinto che per capire la Creazione e l’universo che ci circonda è necessario unire sia il versante “fisico” che quello “spirituale”, giacché diviene sempre più evidente che tra i due ci sono molti punti di contatto e noi esseri umani, nella nostra vita, seguiamo sia la mente che il cuore/l’istinto. Partiamo dall’inizio: sebbene molti siano scettici riguardo alla creazione divina, non ci sono prove sufficienti del contrario, o per meglio dire tutto può essere bloccato dalla semplicissima domanda “e prima?”. Noi sappiamo che l’universo è iniziato con il Big Bang, ma prima? Alcuni sostengono l’ipotesi di un globo di energia poi scoppiato… Ma il globo da dove viene? Anni fa alcuni ricercatori hanno ipotizzato che il nostro universo sia stato generato dall’energia risultante dalla fine di un universo precedente… Ma quell’universo da dove è venuto? Come si vede, l’idea di un Dio Creatore non è così campata in aria. Proviamo ad immaginare un essere divino, un Ente Supremo che ripiegandosi su sé stesso, finisce per implodere e generare l’energia necessaria alla Creazione, che da quel momento è permeata dalla Sua essenza. A questo punto entra in gioco la recente teoria secondo la quale i qubit, la minima quantità di informazione possibile, siano alla base di una sorta di codice che ha dato vita allo spazio-tempo e alle sue proprietà: come il codice sorgente di un programma per computer da cui nascono intere architetture virtuali. A questo punto ci si potrebbe chiedere: e le famigerate stringhe? Possono avere la funzione di separare gli universi: infatti, al momento della Creazione potrebbero essersi sviluppati altri universi con minime differenze l’uno dall’altro; oppure, secondo le teorie elaborate da Hugh Everett III, ad ogni nostra azione si genererebbe un universo, una linea temporale in cui noi abbiamo compiuto l’azione opposta (o comunque una differente). Le stringhe servirebbero proprio a delimitare i confini tra un universo e l’altro, ognuno con una sua specifica frequenza vibratoria. C’è però una seconda ipotesi: invece di separare universi (oppure in aggiunta a questo), le stringhe potrebbero concorrere a “formare” il nostro corpo. Infatti ogni essere umano ha una specifica impronta elettromagnetica e le sue cellule vibrano (o dovrebbero vibrare) ad una determinata frequenza… Prossimo quesito: l’universo è governato dalla causalità o dalla casualità? Dall’ordine o dal caos? Penso dipenda dal proprio sistema di riferimento: in generale vige un certo equilibrio, una certa alternanza. Faccio un esempio: la gravità determina il rapporto tra le masse, in base alla quale gli asteroidi si attraggono o respingono. Causalità: deriva da un fenomeno fisico. Supponiamo che un asteroide al cui interno si trovino sostanze chimiche e/o microrganismi precipiti su di un pianeta e contribuisca a creare la vita… Quante possibilità c’erano? Casualità. Per quello che riguarda il caos e l’ordine essi sono in alternanza: tutto nasce, cresce e muore, per ritornare in un’altra forma; l’ordine ha in sé i semi del caos, ed a sua volta il caos ha un suo schema, un suo ordine e tende all’equilibrio. Un quesito che da tempo immemore genera dubbi e diatribe di vario genere è: esiste il libero arbitrio? In un universo dove tutto è determinato e/o un Ente Supremo controlla tutto, siamo liberi? La risposta è, almeno per me, assolutamente si. E’ bene tenere a mente che le leggi che governano l’universo delimitano il CAMPO e le REGOLE del gioco, ma COME giocare dipende da noi; un po’ come (es.) nel calcio o in qualsiasi altro sport: si sanno le regole ma ci sono margini più o meno ampi per lo sviluppo di strategie e tattiche di gioco. Il Creato è una struttura quadridimensionale in cui al normale mondo tridimensionale in cui viviamo si aggiunge il tempo, che determina lo svolgimento degli eventi e scandisce l’evoluzione di tutto l’esistente: se vogliamo dare credito alle teorie sopra citate, anch’esso è basato sulla scelta. Sebbene per gli esseri umani sia grossomodo lineare, potrebbe darsi che in realtà esso abbia più l’aspetto di una strada con molte biforcazioni: ogni biforcazione deriva da una scelta che abbiamo o non abbiamo preso. Come sa chiunque abbia visto almeno Ritorno al Futuro (ma si consiglia anche Doctor Who e The Time Machine) ogni scelta non coinvolge solo noi ma anche tutto quello che ci circonda e le persone che amiamo, ed esistono dei PUNTI FISSI che non possono/devono essere modificati altrimenti le ripercussioni danneggerebbero il tessuto stesso della realtà. Tutti gli elementi dell’universo sono in correlazione l’uno con l’altro: i fisici se ne stanno rendendo conto recentemente, man mano che proseguono con lo studio delle interazioni con le particelle, mentre i mistici, o comunque coloro che si dedicano alla meditazione lo sanno già da tempo; solo liberandoci da preconcetti, dogmi e posizioni fisse possiamo anche sono intuire la vera natura della Creazione. Una volta fatto questo si scoprirà che tutti i contrasti su cui basiamo la nostra vita sono dei costrutti mentali di cui solo alcuni hanno una validità nel grande schema delle cose.


Articolo letto: 180 volte
Categorie: , Curiosità, Scienze


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook