Ogni qualvolta i popoli stanno lì lì per ribellarsi e hanno l’occasione di liberarsi, finalmente, dei potenti che li hanno stretti in una morsa mortale arrivano i bonus, le mancette, le promesse che tali rimarranno.

Bologna
06:00 del 19/10/2016
Scritto da Luca

Ogni qualvolta i popoli stanno lì lì per ribellarsi e hanno l’occasione di liberarsi, finalmente, dei potenti che li hanno stretti in una morsa mortale arrivano i bonus, le mancette, le promesse che tali rimarranno.

Ci trattano come asini a cui mettono davanti una carota per farli spostare, come pecore a cui mettono davanti un pastore ogni qualvolta esse hanno la possibilità di scappare verso la libertà .Questo è il sistema del potere, da millenni funziona così, è sempre lo stesso, atto a trascinare le “pecore” nell ‘ “urna giusta”.

Sistema “vincente” con il quale gli italiani hanno quasi sempre “abboccato” e quindi riproposto ancora oggi per raggiungere un obiettivo: il SI’ al referendum.
Ogni qualvolta però che questo sistema è stato attuato, sono venuti successivamente fuori i suoi scheletri nell’ armadio, cioè che il Governo con una mano dà e con l’altra prende. Ogni promessa fatta per fini elettorali e non, se pur mantenuta ha sempre nascosto “dietro le quinte” un retroscena “inverso” che ha fatto tornare nelle casse dello Stato i bonus e le promesse fatte ai cittadini.

Ma non ve ne siete accorti che è sempre questo il loro gioco?


1)Bonus 80 euro in cambio di maggiori tasse locali, minori servizi, autobus scadenti, strade dissestate, scuole fatiscenti.

2) Bonus Jobs Act in cambio di un precariato eterno con i voucher a chiamata.

3) Bonus insegnanti in cambio della distruzione della scuola pubblica accompagnato da un I-pad per mitigare la frustrazione dei docenti.

4) Abolizione dei tagli alla sanità in cambio di costi quadruplicati dei farmaci antitumorali, sempre più richiesti al causa dell’ aumento dei casi di tumore negli ultimi anni.

Ora hanno promesso l’Abolizione di Equitalia e un bonus pensioni, cosa si prenderanno in cambio? Con una eventuale vittoria al referendum avranno un pieno controllo delle istituzioni e il potere di legiferare senza troppi ostacoli portando avanti svariate leggi simili alla legge Fornero.

Quando i governanti di turno temono per la loro sopravvivenza politica pensano ai bonus. Quando ci stanno togliendo un diritto (in questo caso il diritto di eleggere direttamente i parlamentari togliendo al popolo la possibilità di decidere) pensano ai bonus.

Un suddito abbassa la testa e, ossequiosamente, li ringrazia per quella mancetta che entra da una tasca e esce dall’ altra. Un cittadino sovrano la testa la alza e rivendica un diritto, perché i diritti ci rendono esseri umani.

http://jedasupport.altervista.org/blog/


Articolo letto: 1805 volte
Categorie: Denunce, Politica


Domanda Rank Italia
Cosa ne pensi delle promesse politiche?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Flora

19/10/2016 09:41:51
Con la prossima legge di stabilità, destinati 4 miliardi ai cosidetti migranti e 600 milioni agli italiani! Poi si dice che uno è diventato razzista!
6

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook