Un grazie e un apprezzamento grande come una casa a questi uomini coraggiosi e forti che hanno reso possibile un "miracolo" umano ( e posto parziale rimedio a un disastro frutto forse anche di qualche errore di altri umani, ahimè!).

Pescara
08:00 del 26/01/2017
Scritto da Samuele

Un grazie e un apprezzamento grande come una casa a questi uomini coraggiosi e forti che hanno reso possibile un "miracolo" umano ( e posto parziale rimedio a un disastro frutto forse anche di qualche errore di altri umani, ahimè!).

NON VOGLIAMO ALCUNA MEDAGLIA”, HA SCRITTO ATTRAVERSO LA PAGINA FACEBOOK IL CORPO NAZIONALE DEL SOCCORSO ALPINO IMPEGNATO ALL’HOTEL RIGOPIANO
TANTE SONO STATE LE PAROLE DI RINGRAZIAMENTO NEI CONFRONTI DEL CORPO NAZIONALE DEL SOCCORSO ALPINO, CHE IN QUESTE ORE DI RICERCHE DEI DISPERSI SOTTO LA VALANGA DELL’HOTEL RIGOPIANO STA RICEVENDO MOLTI RINGRAZIAMENTI DA PARTE DEI SOPRAVVISSUTI, DEI FAMILIARI E DA PARTE DI TUTTI GLI ITALIANI. Sono stati soprannominati da tutti degli eroi ma ieri sulla loro pagina Facebook è comparso un messaggio in cui si ringrazia per i messaggi di stima e affetto ricevuti in questi giorni. “Non siamo né angeli della neve né eroi. Non vogliamo alcuna medaglia. Siamo certamente preparati tecnicamente, ma soprattutto amiamo la montagna e le sue comunità. Solo per questa ragione siamo qua. Anche oggi a scavare in silenzio tra la neve – si legge nel post- ma anche a portare un po’ di sollievo alle tante famiglie isolate nelle frazioni più disagiate, agli anziani e a quanti chiedono il nostro servizio. Tutto qua: il nostro dovere.”


“I nostri colleghi ci hanno telefonato inferociti perché nella nottata tra il 21 e il 22 gennaio sono stati lasciati solo 25 vigili del fuoco ad operare all’Hotel Rigopiano nonostante le 24 persone ancora disperse. E molti di quei pompieri erano all’hotel sin da giovedì 19, il primo giorno, esausti, alcuni hanno dovuto indossare calzature e guanti propri perché quelli in dotazione non erano adatti al gelo. Come sindacato abbiamo raccolto le tante lamentele dei colleghi vigili del fuoco, che sono stati tenuti fermi nei comandi e scalpitano per intervenire, tra cui i nuclei Gos con speciali macchine operatrici per le macerie e i nuclei Saf attrezzati per ghiaccio e neve, richiesti solo giorni dopo”. Lo denuncia Antonio Brizzi, segretario generale del Conapo, il sindacato autonomo dei vigili del fuoco.


Articolo letto: 399 volte
Categorie: , Cronaca, Denunce


Domanda Rank Italia
Cosa ne pensi del disastro dell'hotel Rigopiano?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Giovanni

26/01/2017 11:27:44
Troppo spesso i corpi nazionali che portano una divisa sono additati come eroi... massimo rispetto ma eroi sono tutti coloro che tra mille difficoltà si muovono quotidianamente per guadagnarsi un pezzo di pane. Ci sono lavoratori che guadagnano molto meno dei corpi dello Stato.
5

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook