L’intero episodio, della durata di circa un’ora e mezza a voler esagerare, gira attorno ad un conflitto interno, in cui vengono contrapposte le figure e le decisioni di Rocket Racoon e Gamora, incentrate sull’utilizzo del manufatto.

Firenze
12:00 del 14/09/2017
Scritto da Gerardo

L’intero episodio, della durata di circa un’ora e mezza a voler esagerare, gira attorno ad un conflitto interno, in cui vengono contrapposte le figure e le decisioni di Rocket Racoon e Gamora, incentrate sull’utilizzo del manufatto.

Recuperato dai Guardiani nella prima parte della precedente puntata, questo misterioso accrocchio consente loro di avere delle visioni di persone a loro care: sembra però esserci dell’altro, nascosto sotto le trascrizioni di un’antica lingua che solo Nebula può tradurre.

Scegliendo Gamora, quindi, darete priorità alla missione, basata appunto sulla ricerca di una tattica per convincere Nebula ad aiutare il gruppo. Un compito tutt’altro che semplice, visto che si tratta pur sempre di una criminale, sebbene sia la sorella di Gamora, ma diciamo pure che i trascorsi tra di loro non sono proprio rosei, e chi ha visto le pellicole lo sa bene.


Rocket, invece, affascinato dai poteri del manufatto, ci chiederà di accompagnarlo in un posto, un luogo molto importante nel quale saranno svelate parte delle origini di questo personaggio. Veniamo dunque a conoscenza del lato più vulnerabile della mitica palla di pelo armata fino ai denti, in una serie di scene francamente brevi, ma davvero molto, ma molto intense, tanto da valere da sole il prezzo del biglietto.

Le emozioni sono al centro di questo continuo, che lascia un piccolo spazio anche per l’entrata, scenica, di una fase d’azione pregna dei soliti quick-time-event, semplice, efficace e di sicuro coreografica, in cui la gravità si diverte a costruire sketch parecchio divertenti, e anche adrenalici in un certo senso.


Controller alla mano, invece, More than a feeling risulta fin troppo guidato, rispetto agli episodi precedenti. La meccanica di esplorazione su più livelli verticali che avevamo gradito in precedenza è qui ridotta ad una sola sequenza, peraltro molto breve e in cui le interazioni possibili sono così poche che è difficile dilettarsi a provare soluzioni diverse. Per la stragrande maggioranza del tempo, con una scrittura che portando avanti la sceneggiatura principale inanella un po' di scene d'azione, il vostro compito sarà quello di destreggiarvi tra i sempre graditi dialoghi a risposta multipla ed una valanga di QTE. Questi ultimi, come in precedenza, risultano essere abbastanza permissivi a parte alcuni rarissimi casi, il che significa che dovete veramente impegnarvi per fallire e vedervi costretti a riavviare la sequenza.

Vedremo se anche i prossimi episodi, come questo, saranno così fortemente sbilanciati, o se invece si troverà un miglior equilibrio tra sequenze di calma e ragionamento e quelle dedite a menare le mani.

 

Parlando di aspetti più tecnici, non abbiamo notato particolari virtuosismi di regia, mentre la colonna sonora risulta sempre in grado di farsi apprezzare. Non si può dire lo stesso per il doppiaggio, apparso in questo episodio sottotono rispetto a quanto abbiamo ascoltato in quelli precedenti. Infine, per quanto riguarda il comparto tecnico, su PS4 abbiamo osservato alcuni rallentamenti sporadici in un paio di occasioni, che non si sono però prolungati e non compromettono in alcun modo l'esperienza ludica proposta da Telltale.


Articolo letto: 20 volte
Categorie: , Videogames


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook