Le ragioni che rendono illegittimo il nuovo Governo Gentiloni non risiedono nella scelta del Premier, ma nella illegittimità del parlamento.Ecco perchè

Milano
06:00 del 15/12/2016
Scritto da Luca

Le ragioni che rendono illegittimo il nuovo Governo Gentiloni non risiedono nella scelta del Premier, ma nella illegittimità del parlamento.Ecco perchè

Ma se la Costituzione prevede che il Presidente del Consiglio viene scelto dal Presidente della Repubblica, come è accaduto nel caso di Monti, Letta, Renzi e Gentiloni, perchè le opposizioni gridano da anni a governi illegittimi?

Come recita l’articolo 92 comma 2 Della Costituzione:

“Il Presidente della Repubblica nomina il Presidente del Consiglio dei Ministri e, su proposta di questo, i Ministri.”

Non è dunque prevista l’elezione diretta del Premier, da parte del popolo.
Ma allora dov’ è il problema?


Il presidente della Repubblica non sceglie un Premier a suo piacimento, ma sulla base delle consultazioni con tutte le forze politiche rappresentate nel Parlamento, che indicano in maggioranza la persona a cui affidare l’incarico. Di solito è sempre la maggioranza parlamentare a decidere in quanto ha i numeri per farlo.
Quindi in sostanza il Premier viene scelto dalla maggioranza parlamentare e nominato dal Presidente della Repubblica.

Ed è proprio il Parlamento il problema!
L’attuale parlamento, è stato eletto con il Porcellum, con una legge elettorale in vigore dal 2005 e dichiarata illegittima dalla Consulta con la sentenza n°1 nel 2014.
Il parlamento eletto con il porcellum quindi potrebbe considerarsi illegittimo in quanto eletto con una legge elettorale illegittima.



Non è illegittimo il Premier Gentiloni in se per se, quanto piuttosto le forze e tutti i gruppi politici che l’hanno indicato e che lo appoggiano. L’elezione del premier non esiste, e quindi la nomina Paolo di Gentiloni è di per se stessa legittima, ma diventa illegittima nel momento in cui è illegittimo chi la propone.

Per non parlare poi della sfiducia data a questo Governo (che in sostanza è la fotocopia del Governo Renzi) dal popolo con lo scorso referendum del 4 dicembre (uno strumento legittimo previsto dalla Costituzione).

Secondo le opposizioni, è una questione politica e di buon senso andare alle urne subito dopo dopo aver prodotto una legge elettorale secondo i dettami costituzionali (cosa che il PD promise di fare subito dopo la sentenza del 2014 e che ancora oggi è stata completamente disattesa) taglierebbe la testa al toro e ridarebbe una volta per tutte al Parlamento quella autorevolezza e quella dignità che troppe volte è stata messa in discussione.

Ma la maggioranza sembra tutta d’accordo, meglio tenersi la poltrona fino al raggiungimento dei requisiti per ottenere il vitalizio…

http://misteri.newsbella.it/ecco-le-ragioni-che-rendono-illegittimo-in-nuovo-governo-gentiloni/


Articolo letto: 356 volte
Categorie: , Denunce, Editoria, Politica


Domanda Rank Italia
Cosa ne pensi del nuovo governo Gentiloni?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Tolomeo

15/12/2016 09:54:14
La boschi , anche se non per pudore ne per sensatezza ma per calcolo, e' scomparsa dalle prime pagine dei giornali e dalle tv. e' finito quel martellamento mediatico al fine di promuovere la mercanzia nel paniere pd, credo il record fosse del corriere della sera che pubblico' una foto della cavallina ministra per diverse settimane, un giorno dopo l'altro. adesso la boschi e' consapevole che ogni sua apparizione in tv potrebbe mettere a repentaglio la sua sicurezza.
5

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook