Giorgio Ambrosoli negli anni bui della Repubblica fornì un grande esempio di legalità: ecco come Bolzano lo ricorda

Bolzano
12:13 del 05/12/2014
Scritto da Gerardo

Ci sono persone che hanno fornito un grande esempio di coraggio e che hanno perso la vita pur di non fermarsi mai e di arrivare fino in fondo alla verità. Uno di questi era senza dubbio Giorgio Ambrosoli, avvocato milanese scomparso 35 anni fa, in uno dei periodi più bui della storia della Prima Repubblica.

Proprio nei giorni scorsi è andata in onda una fiction dedicata proprio alla memoria di Ambrosoli che fu ucciso da un killer mandato Michele Sindona proprio mentre stava indagando sul suo operato e sulla sua Banca Privata Italiana. Ambrosoli fu abbandonato al suo destino sia prima ma anche dopo la sua morte, visto che nessuna autorità pubblica partecipò ai funerali.

La città di Bolzano non ha dimenticato l'esempio fornito da quest'uomo e, infatti, gli ha dedicato una piazza vicino all'ex Fiat. Hanno partecipato alla cerimonio la vedova di Ambrosoli e suo figlio Umberto che hanno colto l'occasione per partecipare anche alla premiazione del concorso 'Giorgio Ambrosoli, un eroe borghese'.


Articolo letto: 832 volte
Categorie: Cronaca, Cultura, Sociale


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook